Quantcast
VELLETRI, BOTTA E RISPOSTA TRA PDL E MAGGIORANZA - Castelli Notizie
POLITICA

VELLETRI, BOTTA E RISPOSTA TRA PDL E MAGGIORANZA

IMG_6784

Se le sono dette di santa ragione, presentandosi dinanzi ai taccuini della stampa prima di una doppia seduta consiliare, quella prevista per giovedì e venerdì, che promette di essere davvero infuocata. Prima il Pdl, tra manifesti e la conferenza stampa di martedì sera in sala Garibaldi; poi l’Amministrazione comunale, mercoledì mattina nell’aula consiliare. Motivo del contendere le solite accuse reciproche in merito alle gestioni passate e presenti, oltre al caso Monaco e alla liceità di una concessone edilizia che sta lasciando forti strascichi dietro di se. In attesa di approfondire questo tema va rimarcata la durezza con la quale il Pdl ha definito “fallimentare ed inconcludente l’attività dell’Amministrazione Servadio, che aveva promesso di distinguersi rispetto al passato ma non ha saputo fare a meno di una gestione di potere che mal si concilia con la buona politica”. Furente il capogruppo Salvatore Ladaga, che ha messo in rilievo quel “doppiopettismo tutto comunista, per il quale per certe faccende si cambia diametralmente giudizio se a commetterle è la controparte politica”. Da Righini a Cerini, passando per Borri, Quaglia e D’Andrea, il Pdl non ha mancato di ricordare “l’assurdo immobilismo della seconda commissione e la storica mancanza dei verbali delle sedute consiliari”.

Temi sui quali la maggioranza ha prontamente replicato, dichiarandosi tutta protesa a “lavorare nell’interesse della città. A fare politica – ha esordito il Sindaco Fausto Servadio – penseremo a tempo debito, in campagna elettorale”. “Disinteresse totale verso una politica fatta di bugie e falsità” ha ribadito il capogruppo del Pd Gianfranco Cestrilli, per il quale “imputare a noi le colpe del dissesto, quando ci ritroviamo con un debito di 93milioni, è francamente vergognoso ed inaccettabile”. “Siamo una maggioranza che ogni giorno sa rimboccarsi le maniche nonostante le difficoltà finanziarie” ha aggiunto Stefano Cortina, coordinatore dei Moderati per Velletr, che ha poli lasciato spazio all’Assessore ai lavori pubblici Roberto Leoni, che ha negato l’immobilismo del suo assessorato, ricordando “i tanti lavori portati a termine grazie ai finanziamenti della precedente giunta regionale”.

Più informazioni
commenta