Quantcast
ARICCIA A BRUXELLES DIVENTA “COMUNE EUROPEO DELLO SPORT” - Castelli Notizie
Attualità

ARICCIA A BRUXELLES DIVENTA “COMUNE EUROPEO DELLO SPORT”

bruxelles-palazzo-del-parlamento-europeo

Ariccia parte per Bruxelles. Il 29 e 30 novembre la delegazione composta dal Sindaco Emilio Cianfanelli, il Vice Sindaco assessore allo Sport Cora Fontana Arnaldi e l’assessore all’Ambiente Fabrizio Profico prenderanno parte ad una due giorni al Parlamento Europeo fitta di appuntamenti.

Il 30 novembre la delegazione parteciperà alla cerimonia di consegna dell’importante titolo di “Ariccia Comune Europeo dello Sport 2012” promosso da ACES-Europe Associazione Capitali Europee dello Sport ed è stato attribuito ad Ariccia non solo per la sua impiantistica ma anche grazie alla sua complessiva offerta sportiva, nonché alla capacità progettuale del Comune nel promuovere lo sport a tutta la popolazione. Durante la cerimonia verrà inoltre consegnato ad Ariccia anche il Certificato di SQC (Sport Quality Certificate).

Il giorno precedente invece, il 29, la delegazione prenderà parte alla Cerimonia 2011 del Patto dei Sindaci del quale la Città di Ariccia è firmataria. Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa della Commissione Europea per il coinvolgimento dei Comuni d’Europa nel conseguimento degli obiettivi del Pacchetto comunitario per il Clima e l’ Energia “c.d. 20-20-20”: -20% di riduzione di CO2, + 20% di aumento dell’efficienza energetica, 20% di energia da fonti rinnovabili. Da questo deriva l’impegno volontario da parte di Ariccia e di tutti i Comuni europei aderenti a perseguire gli obiettivi UE per la riduzione delle emissioni di CO2. Sarà la sede per presentare tutte le iniziative ambientaliste messe in campo da Ariccia nonché l’impegno a raggiungere il grande obiettivo dell’ottenimento dell’EMAS 3 (Eco-Management and Audit Scheme) con il quale il comune può valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali e per presentare la molteplici iniziative che porteranno Ariccia verso la transizione ad un utilizzo sempre più deciso di energie rinnovabili e l’abbandono progressivo della cultura dell’idrocarburo.

Più informazioni