Quantcast
PALLAVOLO, IN B2 CONTINUA A VOLARE LA LIBERTAS - Castelli Notizie
SPORT

PALLAVOLO, IN B2 CONTINUA A VOLARE LA LIBERTAS

P.Conti e G.Emili
il Direttore Tecnico Pietro Conti e l’Allenatore della B2 Giampaolo Emili

il Direttore Tecnico Pietro Conti e l’Allenatore della B2 Giampaolo Emili

 

INTERPORTO ORTE (VT) – LIBERTAS GENZANO: 1-3 (25-17; 21-25; 19-25; 21-25)

LIBERTAS GENZANO: Roberti  22, Nichilò 11, Ciccarelli (cap.) 9, Mazzolena 12,  Sanfilippo 4,  Monti 4, Marinelli 3, Conflitti 1, Di Caprio, Fattori 1, Cesa, Del Carpio (1° libero), Bizzarri (2° libero) – All.: Emili.

Tre punti pesanti quelli conquistati sabato sera dai ragazzi di Giampaolo Emili sul parquet del PalaSmargiassi a Civita Castellana contro l’Orte. Una partita molto dura, spigolosa e difficile che i biancazzurri hanno saputo far propria, patendo grosse difficoltà e superando fasi di autentica sofferenza (sportiva, s’intende) sotto le bordate dei locali, guidate dall’opposto mancino  Guzzavo, in serata di grazia. Sotto di un set a zero e 5-1 all’inizio del secondo parziale, i  astellani hanno tirato fuori i classici attributi e sprigionato carattere, spirito di gruppo e tanto furore agonistico, riuscendo pian piano a saturare l’emorragia di gioco, a frenare le folate avversarie, a ricostruire con pazienza, non facendosi prendere dall’ansia. Pian piano dal fondo del baratro è ricominciata la salita
che ha portato dapprima a tappare le falle più evidenti, poi – a parità di punteggio raggiunta – ad organizzare il contrattacco ed infine a salire in cattedra. Il tutto tra un mare di difficoltà. In sostanza un grossa prova di carattere ed attaccamento alla maglia di un gruppo sempre coeso e pronto a remare senza timori anche contro i marosi più travolgenti. Alla fine una vittoria strameritata, festeggiata con grossi abbracci in campo e serenità completa nel dopo partita. Questa è stata Orte-Genzano, 7^ giornata di andata del Campionato di Serie B2 maschile. 6^ vittoria consecutiva per capitan Ciccarelli e compagni che permette loro di mantenere il terzo posto in graduatoria in piena zona play-off, sempre a tre punti dalla capolista Tuscania, ora sola in testa in virtù del mezzo passo falso (2-3) del Casal Bertone in casa dell’M.Roma. Ricapitolando Tuscania 21, Casal Bertone 19, Genzano e Terracina 18. Le altre seguono più staccate. E sabato  prossimo alla “ Marchesi” si annuncia un match di cartello proprio contro la citata M.Roma, capace dell’impresa di cui sopra sabato scorso. E per una voluta coincidenza lo stesso match Genzano-M.Roma si riproporrà per la serie C maschile la stessa serata, subito dopo quello della B2, precisamente alle 20.30 nello stesso impianto, con le rispettive squadre in 2^ e 4^ posizione nel loro girone B Regionale. Per tornare al confronto che ci occupa, primo set con la Libertas sempre in affanno: resta in parità sino a quota 9 punti, poi progressivamente cede alla veemenza avversaria e termina il gioco a quota 17. Inizia male anche la seconda frazione: come detto sopra, sotto 1-5  Emili chiama il time-out discrezionale e da lì parte la reazione vibrante. Dapprima Genzano raggiunge i padroni di casa sul 6-6 poi lancia l’operazione sorpasso. 6-8 (parziale 1-7) al primo tempo tecnico e poi ancora grande lotta sotto rete. L’ultimo pari si registra sul 18-18. Poi è tutta Libertas che chiude 21-25 con un ace di Valerio Monti. I cambi di Sanfilippo per Marinelli e l’alternanza continua Bizzarri-Del Carpio in fase
ricezione/difesa indubbiamente hanno dato alcune certezze al sestetto genzanese. La partita si scalda sugli spalti e sul campo: l’arbitro chiama i capitani per raccomandare la calma. Inizia il terzo set con Genzano più rinfrancata. I meccanismi cominciano a funzionare meglio ed anche la fluidità nel gioco. Orte dal suo canto non ritrova lo smalto della prima frazione: l’opposto Guzzavo viene letto meglio dal muro ospite e trova più difficoltà a passare. I ragazzi di Emili volano sulle ali dell’entusiasmo e si portano avanti nel computo dei set grazie al 21-25 firmato dal primo tempo vincente di capitan Ciccarelli. Parziale numero 4 nel segno dell’equilibrio, con le due contendenti che non arretrano di un passo: molto nervosismo in campo e lotta aperta sotto rete. Orte prova a riportarsi in parità nei set e tenta l’allungo sul 20-18. Roberti e Ciccarelli riportano le squadre sul 21-21 e poi lanciano  l’affondo conclusivo. Michele Marinelli chiude la  tenzone, griffando la botta vincente del 21-25 con un diagonale imprendibile da posto 4.  Due ore e due minuti di lotta avvincente sotto rete (e fuori). Ha vinto chi ha saputo superare le difficoltà, stringere i denti nei momenti più difficili, non abbattersi, far passare la bufera e reagire al momento giusto. Una grande prova di carattere e di forza di gruppo. Ed ora l’ostacolo temibilissimo della M.Roma. La corsa alle posizioni che contano continua, Genzano c’è e vuol dire la sua.

Danilo Mancini