Quantcast
FRASCATI, IL TERZO 'CANTO DEL GALLO' SU VIALE CANINA - Castelli Notizie
POLITICA

FRASCATI, IL TERZO ‘CANTO DEL GALLO’ SU VIALE CANINA

Viale Canina 28 novembre 2011 1

Se le stanno dando di santa ragione, verbalmente parlando, il circolo di Futuro e Libertà di Frascati e la maggioranza di centrosinistra. A colpi di comunicati, che non sparano a salve, tocca ancora a Nicola Gallo, responsabile del locale circolo di Fli, replicare su quanto accade in Viale Luigi Canina. “Plaudo alla scelta da parte della maggioranza di rispondermi come “centrosinistra” – ha esordito ironicamente -, anche se un po’ mi spiace averli compattati, ma vuol dire che con la mia denunzia ho colto nel segno. Su quanto replicato ci sono troppe incongruenze e ci piacerebbe innanzitutto capire come sia possibile che la strada è “di proprietà privata” ma gli interventi sono a carico della collettività. Mi fa piacere che dopo le mie denunce ci fossero dei mezzi del Comune a “mettere in sicurezza” parte del parcheggio, un intervento ai minimis, ma che è già qualcosa rispetto al poco degli scorsi mesi”. Quanto all’ironia del centrosinistra sulla figura di Gianfranco Fini, Gallo taglia corto:  “gli enti locali possono anche  lamentarsi, come hanno fatti i Governatori di Lombardia, Campania e Lazio, oltra al Sindaco di Roma, ma devono anche trovare la capacità di saper razionalizzare le spese”. Proprio quanto secondo l’Fli non avverrebbe a Frascati: “il Comune – sottolinea Gallo – ci pare poco oculato e noi, come le altre forze di minoranza, stigmatizziamo un bilancio comunale che anche nel 2011 fa acqua da tutte le parti, tanto che le cifre citate emerse giovedì in consiglio comunale sono incontrovertibili. Al di là delle polemiche – ha detto ancora il responsabile del circolo dell’FLI frascatano – mi preme la cessazione dell’inammissibile stato in cui versa Viale Luigi Canina, senza dimenticare via Angelo Celli, poco più in basso”. Gallo chiude con un’esortazione al Primo cittadino e alla Giunta che governa la città: “li invito ad impegnarsi sulla vicenda per ridurre i tempi di risoluzione del problema. E’ dovere del Sindaco e dell’assessore competente, oltrechè degli uffici comunali, mettersi intorno ad un tavolo e dare le risposte che i cittadini di zona attendono ormai da troppo tempo”. Dopo il terzo ‘Canto del Gallo’ appare scontata una controreplica delle forze di maggioranza, anche se quel che i cittadini maggiormente si augurano è che alle parole seguano i fatti e all’incuria si sostituisca l’igiene e il decoro.

Più informazioni