Quantcast
USURA A VELLETRI, SEQUESTRATI AD UNA DONNA BENI PER 2 MILIONI - Castelli Notizie
CRONACA

USURA A VELLETRI, SEQUESTRATI AD UNA DONNA BENI PER 2 MILIONI

USURA

I Carabinieri della Compagnia di Velletri a seguito delle indagini svolte nell’ambito  dell’operazione ‘Fake Pa’y, durante la quale, nel giugno del 2010 fu disarticolato un sodalizio criminale, dedito a usura e truffe nei confronti di  società finanziarie, e che portò all’arresto di 5 persone, hanno eseguito un  sequestro di beni per circa 2 milioni di euro nei confronti della donna che si pensa fosse a capo dell’organizzazione. Il Tribunale di Roma, accogliendo la proposta formulata dal Procuratore della Repubblica di Velletri, sulla scorta delle risultanze degli accertamenti svolti dai Carabinieri della Compagnia di Velletri, ha disposto così la misura di prevenzione patrimoniale del sequestro preventivo di 2 lussuose ville con piscina, terreni agricoli, un esercizio commerciale, conti  correnti, cassette di sicurezza, beni immobili e diverse autovetture.  I beni sono stati sequestrati e tolti dalla disponibilità delle persone cui erano intestati in attesa della confisca.

Le indagini, partendo dal presupposto delle pressoché nulle entrate dichiarate negli anni dalla donna, hanno messo in luce l’evidente sproporzione tra il patrimonio posseduto e quanto guadagnato in modo lecito, dimostrando cosi che i beni in questione erano certamente frutto delle attività illecite già dimostrate a suo tempo. Gli accertamenti hanno avuto il risultato di dimostrare inoltre che l’indagata aveva intestato parte del suo patrimonio a terzi, pur rimanendone l’ effettiva proprietaria.

Più informazioni
commenta