Quantcast
ALBANO, RAPINANO UN SUPERMERCATO: IN ARRESTO DOPO LA FUGA - Castelli Notizie
CRONACA

ALBANO, RAPINANO UN SUPERMERCATO: IN ARRESTO DOPO LA FUGA

RAPINA

E’ di 800 euro il bottino della rapina che due pregiudicati romani hanno messo a segno durante la tarda mattinata di ieri, venerdì 6 gennaio, presso un supermercato di Albano. I due malviventi, armati di pistola e con il volto coperto da caschi e sciarpe, dopo aver rubato uno scooter, hanno fatto irruzione nei locali e, minacciando le cassiere, si sono impossessati dell’incasso dell’intera giornata. A nulla è valso il tentativo del marito di una di queste di fermarli. I due sono fuggiti subito dopo tra le stradine del centro storico. Le serrate ricerche da parte del Nucleo Operativo e Radiomobile del Tenente Alessandro Iacovelli e dagli uomini della Compagnia Carabinieri di Castel Gandolfo diretti dal capitano Luigi Aureli hanno poi permesso di rintracciare i due nella località di Pavona, a bordo di una autovettura di proprietà dello zio di uno dei malviventi. Bloccato il tentativo di darsi alla fuga, i militari hanno rinvenuto i caschi, i guanti e l’abbigliamento utilizzato poco prima nascosti sotto il sedile della macchina, assieme a due grimaldelli serviti ai malviventi per avviare il motore dello scooter con cui, poco prima, si erano portati presso il supermercato. I pregiudicati, tra l’altro riconosciuti dalle vittime, sono stati quindi tratti in arresto.

I due rapinatori non sono nuovi a tali fatti: nell’estate appena trascorsa, infatti, hanno insieme messo a segno un’altra rapina in un supermercato di Marina di Tor San Lorenzo, a seguito della quale sono stati arrestati e colpiti da foglio di via obbligatorio dai comuni dei Castelli Romani e del litorale.

L’attività antirapina condotta ieri dai carabinieri del Nucleo Operativo è solamente l’ultima di una lunga serie di controlli che, da ultimo, hanno portato all’arresto di altri quattro rapinatori seriali: due nel luglio trascorso dopo che i malviventi avevano messo a segno ben tre rapine in altrettanti supermercati della zona (in quella occasione furono recuperati anche i soldi e la pistola), ed altri due a ridosso delle trascorse festività natalizie a seguito di una rapina presso un tabaccaio di Marino, che nell’occasione fu anche malmenato. I pregiudicati arrestati ieri sono stati trasferiti al carcere di Velletri in attesa di essere interrogati dal magistrato.

Più informazioni