Quantcast
Pallavolo - Straordinaria Libertas Genzano in B2 - Castelli Notizie
SPORT

Pallavolo – Straordinaria Libertas Genzano in B2

P1010515

Tutta la gioia dei genzanesi a fine casa

LIBERTAS GENZANO – POL. TUSCANIA:  3-0 (25-16; 25-18; 25-21)

LIBERTAS GENZANO: Roberti  , Renzetti , Ciccarelli (cap.) , Mazzolena ,  Sanfilippo  , Monti,  Marinelli  , Conflitti , Di Caprio, Fattori , Cesa, D’Andrea (1° libero), Bizzarri (2° libero) – 1° All.: De Sisto – 2° All.: Emili.

POL. TUSCANIA: Antonucci C., Cappelli (cap.), Corsetti,  Fabbio,  Lefosse ,  Meloni, Murri,  Senzacqua, Usai, Vanini, Vitangeli, Guglielmana, Antonucci M. (libero) – All.: Bonaccorso.

Arbitri: Pietro Bozza ed Alberto Dell’Orso di Pescara.

Durata incontro: 1 ora e 30 minuti.

Spettacolo annunciato ed intenso alla “Marchesi” di Genzano sabato pomeriggio. Per il Campionato Nazionale di Serie B2 maschile, girone F, di fronte la terza in classifica, la Libertas Genzano a quota 31 punti e la prima della graduatoria, la Polisportiva Tuscania, giunta nei Castelli con le straordinarie credenziali di Campione d’inverno, imbattuta dopo 13 turni e con il bottino eccezionale di ben 38 punti conquistati sui 39 a disposizione sino ad ora. Nel confronto di andata, a metà Ottobre scorso, alla 1^ giornata, al match d’esordio in Campionato, i viterbesi, neo-promossi nella categoria ma reduci da un’importante campagna acquisti estiva, supportati dallo sponsor Surgenia, si erano imposti per 3-1, ma con pochi punti totali di differenza ottenuti rispetto ai  rivali. Stavolta il Genzano, caricato da animo di rivalsa e spinto dal tifo caldo ed incessante del suo pubblico,  si è preso la sua bella rivincita nei confronti dei primi della classe, anzi aggiungendo gli interessi, inchiodando il Tuscania ad un netto e severo 3-0. In tal modo facendo crescere di un colpo l’autostima nei propri mezzi, prendendosi 3 punti di platino puro, lanciando un messaggio al Torneo che Genzano c’è e dando, cosa che più conta, un deciso impulso alla propria classifica. Ora i biancazzurri, alla 1^ giornata di ritorno, con 34 punti all’attivo sono terzi in classifica, alle spalle della stessa Tuscania (38 punti) e del Casal Bertone a quota 35. Ed ai fini della corsa ai play-off  (ossia 2^ e 3^ classificate alla fine del Torneo) hanno staccato ancora il Terracina, attuale 4^, di 4 lunghezze, sconfitto al tie-break in terra sarda ad Arzachena. Ma torniamo alla gara. Che nella sostanza è stato un vero monologo della squadra di casa, dalla prima all’ultima palla. Costretto ancora una volta a plasmare la formazione a causa dell’indisponibilità di Nichilò (per tempo non definibile) , Mazzolena e Monti, questi ultimi due presenti in panchina ad incitare e dare consigli ai compagni in campo, il coach di casa De Sisto ha studiato bene in settimana i temibili avversari ed ha impostato tatticamente in modo ottimale la gara, dando indicazioni specifiche ai propri ragazzi. Che in campo hanno eseguito “ad litteram” le sue indicazioni. Tuscania è rimasta prima sorpresa e poi spiazzata dalla determinazione di Ciccarelli e soci ed in tutta la gara non ha mai dato dimostrazione di saper reagire alla situazione e prendere in mani le redini del confronto. I primi due set sono stati a senso unico, con una sola compagine a dettare legge sul rettangolo di gioco, con schemi e soluzioni vincenti. 25-16 e 25-18 i parziali eloquenti della prima e seconda frazione di gioco. Sull’abbrivio, avvio a testa bassa per i padroni di casa anche nel terzo (5-1). Poi reazione dei capoclassifica che approfittano di un fisiologico momento di respiro dei locali ed impattano sul 13 pari. Ma la parità dura ancora un paio di punti. Dal secondo tempo tecnico in poi, i ragazzi di De Sisto riprendono a macinare gioco e chiudono, tra il tripudio dei propri tifosi,  sul 25-21 in virtù di un fallo fischiato in attacco agli antagonisti. Game over! Punti, gioia e soddisfazione in cassaforte. Siamo solo – come detto – alla prima giornata di ritorno. Ci sono ancora 12 partite in calendario sino i primi di Maggio e le aspirazioni e le speranze crescono in casa biancazzurra. Bene tutti i ragazzi in campo, in tutti i ruoli. Ottimo il palleggiatore Matteo Fattori, più noto come “Sepro”, che non ha fatto rimpiangere il titolare Monti, anzi ha gestito ottimamente da un mese a questa parte tutte le trame di gioco dei biancazzurri. Per lui nato a Genzano e cresciuto nella Società di Via della Selva, da 20 anni con questa maglia, una soddisfazione ed un plauso particolare. In crescita il centrale Renzetti ed il libero D’Andrea, ultimi arrivati a Gennaio nella rosa, che ovviamente stanno scontando la lunga inattività agonistica e si stanno impegnando tanto per stare al passo con il Gruppo. Eccellenti nell’occasione tutti gli altri, con Sanfilippo, Marinelli, Roberti e Conflitti, l’immagine della grinta, della determinazione e concentrazione dell’intera rosa. La capolista  Tuscania sabato è stata travolta. Ma non si può mettere nel dimenticatoio con un colpo di spugna tutto quanto fatto di buono in quattro mesi dall’attuale prima della classe per una sola sconfitta, oltretutto la prima in Campionato. La squadra è forte, con individualità notevoli e con un nocchiero navigato al timone, come il catanese Bonaccorso. Per lui parla il suo curriculum. La formazione viterbese è ancora saldamente in testa al gruppo e saprà di certo risollevarsi subito dallo scivolone. Non è più imbattuta e forse si è tolta un peso dalla mente. Un’ultima annotazione ancora: il pubblico, tanto, appassionato e partecipante. Tribune gremitissime, con molta gente in piedi. Tifo intenso e corretto da entrambe le parti. Insomma un bel pomeriggio di emozioni e di sport. Niente a che fare con le scommesse ed anzi agonismo puro e genuino, come piace alla gente.

 

Danilo Mancini 

 

(dom.29.01.2012 – ore 13.58)
Più informazioni