Quantcast
ALBANO, PRESENTATA LA 'GUIDA ALBANO GIOVANI' - Castelli Notizie

ALBANO, PRESENTATA LA ‘GUIDA ALBANO GIOVANI’

Giovani-300x237
E’ stata presentata giovedì 2 febbraio, presso il teatro Albaradians di Albano, la GUIDA ALBANO GIOVANI, fortemente voluta dall’Assessorato alle Politiche Giovanili e realizzata dallo Sportello Giovane Europa e dall´Associazione Punto a Capo Onlus. La presentazione della Guida, realizzata dai ragazzi e appunto pensata per i ragazzi, è stata introdotta dall´Assessore Pino Rossi, che ha sostenuto il progetto basto sull´inclusione e l´interattività con i giovani che vivono e frequentano Albano: “L´ideazione, l´elaborazione e infine la nascita di questa nuova e originale guida turistica di Albano trae le sue origini e le sue aspirazioni dall´ambizioso progetto di questo Assessorato  di  puntare a rendere le nuove generazioni protagoniste e attive nella partecipazione alla crescita culturale e civile di questa comunità che ha radici e cultura antichissima ma che va sempre più proiettata verso il futuro attraverso un forte patto generazionale di condivisione e collaborazione. L´originalità di questa guida turistica, rispetto alle molte altre autorevoli già esistenti, sta proprio nel suo contenuto e nel lavoro che l´ha prodotta. L´idea di illustrare e documentare non solo le tradizionali e mai troppo evidenziate bellezze monumentali e architettoniche della città, ma anche e soprattutto i luoghi di intrattenimento di socializzazione e frequentazione dei giovani la rende un validissimo e originale strumento e un importante servizio cittadino”.
Il Sindaco, Nicola Marini, che ha accolto con favore l´iniziativa, ha aggiunto: “Albano possiede un patrimonio storico, monumentale ed artistico difficilmente rintracciabile in altri luoghi. La cultura fa parte del suo passato come del suo presente. Ma Albano, in questa guida, vuole essere anche qualcosa di più. Vuole rappresentare la voce “dei giovani per i giovani”, raccontando la città da un punto di vista diverso. Vuole individuare i luoghi di incontro dei ragazzi, vuole raccontarli con il linguaggio di chi cerca, nelle città, un luogo di socializzazione e di crescita personale. Perché i giovani, più di ogni altro, devono vivere la città, farla loro e rispettarla, conoscendola. Solo tramite la conoscenza, infatti, ci può essere attenzione e salvaguardia del passato”.
ì
Più informazioni