Quantcast
DOPO LA NEVE IL GHIACCIO: AI CASTELLI SI TEME LA NOTTE - Castelli Notizie
CRONACA

DOPO LA NEVE IL GHIACCIO: AI CASTELLI SI TEME LA NOTTE

Rocca Priora isolata

Strada sbarrata nell'incrocio che dalla Tuscolana conduce a Rocca Priora

Pur se ampiamente prevista la nevicata di ieri ha lasciato pesanti strascichi in tutti i Castelli Romani. Tra blackout elettrici, mancanza d’acqua ed accessi sbarrati dalla coltre di neve o dagli alberi caduti, in tanti si ritrovano a vivere situazioni di totale emergenza, ancor più acute in caso di infermi ed anziani.

Situazione critica nei paesi più esposti alle nevicate del venerdì. Oltre mezzo metro di accumulo a Rocca di Papa e Rocca Priora. Poco meno a Monte Compatri e Monte Porzio. Tanta neve anche a Frascati, Nemi Grottaferrata e persino a Marino. Manto che si è squagliato in fretta a Genzano, Ariccia ed Albano, lasciando solo qualche timido ricordo di se. Idem a Velletri, mentre nè Cecchina nè Lanuvio hanno avuto particolari precipitazioni nevose. Il pericolo, visto l’ulteriore caduta delle temperature, sarà ora rappresentato dalle lastre di ghiaccio, che metteranno a repentaglio l’incolumità di pedoni ed automobilisti.

Nella giornata odierna pesanti i risvolti alla circolazione viaria, con numerose strade isolate o chiuse per troppa neve o per la caduta di alberi. Chiuse diverse arterie, come anche la via Anagnina, dall’incrocio dei Pratoni del Vivaro sino a Lariano. Isolata Rocca Priora, con la chiusura di via Arenatura, il cui incrocio con la via Tuscolana è stato letteralmente sbarrato dalla caduta di un tronco.

Una trentina i Comuni della Provincia di Roma che hanno avuto o continuano ad avere problemi di corrente elettrica a causa del maltempo. Il dato è stato comunicato direttamente dall’Enel mobilitata incessantemente per risolvere i numerosi guasti  segnalati. La rottura di un cavo a Rocca Priora ha interrotto l’alimentazione della pompa dell’impianto dell’ex Doganella, bloccando il rifornimento idrico anche per Frascati, dove solo entro la notte si dovrebbe tornare alla normalità. Problemi idrici anche a Marino, Rocca di Papa, Albano, Velletri e Genzano.

Un'auto sepolta tra Grottaferrata e Rocca Priora

In una nota l’Acea Ato 2 ha tuttavia comunicato di aver riattivato l’alimentazione elettrica dei Pozzi, col ripristino della distribuzione idrica sulle reti comunali che avverrà progressivamente entro la serata di oggi. “Rimane ancora non attiva l’alimentazione elettrica del pompaggio del Ceraso a servizio dell’Acquedotto Simbrivio, dove i lavori sono in fase di ultimazione. Si sta quindi verificando, di conseguenza, mancanza di acqua alle utenze alimentate dall’Acquedotto stesso”. In relazione alle rigide temperature previste rinnovato l’invito agli utenti di proteggere dal gelo i contatori aziendali, dove accessibili. 

Tutti i Sindaci, visto il brusco abbassamento delle temperature, ai fini della salvaguardia della pubblica incolumità e della sicurezza stradale, hanno intimato i proprietari di sgomberare dalla neve e dal ghiaccio i tratti di marciapiede ed i passaggi pedonali prospicenti l’ingresso di edifici e di negozi. Contestualmente, vista la presenza di ghiaccio dalle ore serali, consigliato l’utilizzo dei veicoli privati solo per casi di urgenza, conducendoli comunque con catene o pneumatici da neve, stando attenti ad utilizzare le parti di carreggiata più asciutte. A Frascati, dalle 7 di questa mattina e fino alle 12 di domenica, il Sindaco ha predisposto un’ordinanza che prevede il divieto della circolazione veicolare privata per tutti gli autoveicoli sprovvisti di catene a bordo o di gomme termiche, oltrechè per tutti i ciclomotori e motoveicoli.

Gli spazzaneve in azione

Per ciò che concerne l’aeroporto di Ciampino dopo la chiusura notturna si è tornati a volare, pur con limitazioni. I problemi maggiori sono per il traffico ferroviario, con blocco dei treni da e per la stazione di Ciampino. Encomiabile il lavoro dei volontari della Protezione civile e di tutte le forze dell’ordine in toto: in mattinata gli agenti della Polstrada di Albano sono stati persino impegnati a tagliare con le motoseghe gli alberi caduti lungo le arterie castellane.

Pesanti limitazioni nei trasporti pubblici, con diversi autobus del Co.tra.l che non sono riusciti a raggiungere la Capitale, per i blocchi sull’Appia e, persino, sulla Pontina. Ripercussioni anche per i festeggiamenti del Carnevale. A Velletri rinviata la prima uscita, prevista per domenica.

 

Invitiamo i nostri lettori ad usufruire dello spazio dei commenti per lasciare la propria testimonianza. 

commenta