Quantcast
ORRORE A ROMA, GETTA IL FIGLIOLETTO NEL TEVERE - Castelli Notizie
CRONACA

ORRORE A ROMA, GETTA IL FIGLIOLETTO NEL TEVERE

ponte

 

CRONACHE CAPITALITragedia della follia  a Roma, alle prime luci dell’alba. Un 26enne, con precedenti per droga, ha gettato il proprio figlioletto di 16 mesi nel fiume Tevere, nella zona di ponte Mazzini. Il terribile gesto ha fatto seguito ad un litigio in famiglia, con la moglie e mamma del povero neonato, costretta in ospedale per un ricovero. Poco dopo le 6 l’uomo s’è recato a casa della suocera, ha sottratto il bimbo dalle mani della nonna e dopo aver sbattuto la porta è uscito di casa facendo perdere le sue tracce. Giunto nei pressi del ponte è stato poi visto gettare il piccoletto da una guardia penitenziaria che passava lì per caso.

“L’ho gettato io nel Tevere”, ha poi confessato l’uomo ai Carabinieri, allibiti, che l’hanno fermato all’altezza del ponte di Testaccio. Del bambino nessuna traccia, nonostante le ricerche siano scattate immediatamente, con i sommozzatori dei Vigili del fuoco e gli equipaggi della Polizia fluviale tuttora intenti nelle difficili ricerche. Arrestato il padre della povera vittima, sospettato di omicidio. Ad acuire i litigi, sempre più frequenti, le diatribe relative proprio all’affidamento del piccolino.


Più informazioni
commenta