Quantcast
SCAFFALI SEMIVUOTI, ASSALTO AI SUPERMERCATI: PSICOSI DA NEVE? - Castelli Notizie
Attualità

SCAFFALI SEMIVUOTI, ASSALTO AI SUPERMERCATI: PSICOSI DA NEVE?

Scaffali-semi-vuoti

Un vero e proprio assalto quello che si registra ai supermercati e agli alimentari dei Castelli. A segnalarcelo diversi lettori, che testimoniano di punti di vendita che già dalla tarda mattinata hanno terminato le scorte di pane, restando in attesa che dai forni ne arrivassero di ulteriori. Una corsa all’accaparramento verso i beni di prima necessità, come la pasta, l’acqua, il latte, lo zucchero e la carne, che si inquadra in un quadro in cui si teme che le precipitazioni nevose, attese già a partire da domain, potrebbero rendere ardui gli spostamenti di tante famiglie, specie quelle poste in zone lontane dai grandi centri abitati. Nessuna calamità naturale dietro l’angolo, eppure serpeggia la volontà di non farsi trovare impreparati, e se le catene sono ormai una chimera persino i prodotti alimentari sono presi d’assalto. Ad alimentare le paure l’allarme della Protezione Civile, che ha messo in guardia da nevicate che già sulla Capitale potrebbero raggiungere accumuli di 30 centimetri e protrarsi sino a domenica (i modelli stanno dilatando la fase pertubata, durante la quale non vi saranno precipitazioni continue, ma saranno intervallate da momenti di stasi e fasi di accentuate precipitazioni).

“I clienti, preoccupati per la neve – ci riferisce un panettiere sul corso di Genzano – hanno preferito non rischiare, acquistendo un quantitativo superiore al consueto. Nulla di particolare, se non la voglia di non lasciare i propri cari senza beni così importanti, visto che nei prossimi giorni anche gli spostamenti potrebbero essere difficili”. “Quanto ho visto oggi – ci scrive un lettore di Albano – è assolutamente deprimente. Mai avrei pensato che l’essere umano potesse essere così impressionabile. Ho visto riempire carrelli come se stesse scoppiando una nuova guerra mondiale…”. E via così con altre considerazioni, alcune delle quali, ci perdoni, davvero impossibili da pubblicare.

Tanti, tornando alla cronaca, i carrelli stracolmi in fila nelle casse dei grandi supermercati, dove si è assistito a dei rincari cospicui per prodotti come frutta e verdure. La psicosi da neve è appena iniziata…ne attendiamo le evoluzioni!