Quantcast
‘CASTELLI MOVIES’, IL ‘PARADISO AMARO’ DI GEORGE CLOONEY - Castelli Notizie
Attualità

‘CASTELLI MOVIES’, IL ‘PARADISO AMARO’ DI GEORGE CLOONEY

paradisoamaro_sfondo

A una settimana dagli Accademy Awards esce nelle sale di tutta Italia il film “Paradiso amaro” con un insolito George Clooney che non ha mancato di ammettere di aver sfoggiato, a 50 anni, la prova più matura della sua carriera.

Si sta intanto infiammando, senza esclusione di colpi, la corsa per  gli Oscar, previsti per domenica 26 febbraio, il premio in assoluto più prestigioso che registi, attori, sceneggiatori e ogni figura del cinema si contende a Los Angeles, al Kodack Theatre. A contendersi l’ambito ruolo di miglior attore protagonista, un grande George Clonney, che ha affrontato una delle prove più mature della sua carriera, interpretando un padre costretto ad occuparsi delle sue figlie ribelli dopo la morte improvvisa della loro madre. Questa in sostanza la storia di “Paradiso perduto”, film drammatico diretto da Alexander Payne. Il George Clooney di “Paradiso amaro” non è quello che ci si aspetta: capelli arruffati, camicia hawaiana, spiegazzata, un connubio che apparentemente poco si sposa con il ruolo drammatico. Clooney è Matt King, un avvocato di Honolulu, il “paradiso” del titolo, un luogo apparentemente straordinario, che durante il film si rivelerà tutt’altro che paradisiaco. Il personaggio di Clooney deve affrontare diverse prove non proprio facili: una moglie in stato vegetativo, in seguito ad un grave incidente, due figlie a cui badare ed un rivale in amore.

Il titolo originale “The Descendants” si riferisce in realtà ad un altro elemento fondamentale del film: l’eredità di una zona incontaminata dell’isola hawaiana che Clooney deve difendere dalla minaccia di nuovi costruttori. Il film, tratto dal romanzo di Kaui Hart, racconta la complessa storia di un uomo, avanti con gli anni, alla prese con decisioni difficili che lo porteranno inevitabilmente a mettersi di nuovo in gioco; come a dire: non né mai troppo tardi per affrontare nuove sfide!

Per questo suo ruolo così originale e distante anni luce dai precedenti, l’attore americano si è guadagnato la candidatura come migliore attore protagonista agli Accademy, per aver interpretato un ruolo che anche se può apparire ordinario favorisce l’identificazione di ognuno di noi nei panni scomodi di un uomo qualunque posto di fronte alle disavventure che la vita non sempre risparmia. Un film coinvolgente ed interessante, che riesce a catturare l’attenzione dello spettatore, grazie ad una storia semplice, a tratti ordinaria, ma in grado di scavare dentro figure umane molto vicine a noi.  

Maria Rita Cappucci

 

 

GLI ORARI DEI CINEMA DEI CASTELLI

 

Cinema Augustus Velletri

Via Filippo Turati, Tel: 06/06/96149082

 

In Time  16:00 – 18:10 – 20:15 – 22:30

Benvenuti al Nord 16:00 – 18:10 – 20:15

ACAB  22.30

Jack e Jill 16:00 – 18:10 – 20:15 – 22:30

Come è bello far l’amore 16:00 – 18:10 – 20:15 – 22:30

 

 

Cinema Cynthianum Genzano

Viale Giuseppe Mazzini 9, Tel: 06/9364 484 

Come è bello far l’amore 20:30 – 22:30

ACAB 16:00 – 18:10 – 20:00 – 22:30

Hugo Cabret  16:00 – 18:15

 

 

Cinema Politeama Frascati

Largo Augusto Panizza, 5 Tel: 06/9420479

 

Come è bello far l’amore 16:00 – 18:10 – 20:15 – 22:30

War horse 16:00 – 19:00 – 22:00

Hugo Cabret 16:30 – 19:50 – 22:30

Paradiso amaro 15:30 – 17:50 – 20:10 – 22:30

Tre uomini e una pecora 15:30 – 17:50

40 carati 22:30

Benvenuti al Nord 20:10

In time 16:00 – 18:10 – 20:15 – 22:30

 

 

Cinema Alfellini Grottaferrata

Viale primo maggio, 88 Tel: 06/9411664

War Horse 16:30 – 19:15 – 22:00

Come è bello far l’amore 16:30 – 18:30 – 20:30 – 22:30

The Iron lady 16:30 – 18:30 – 20:30 – 22:30

commenta