Quantcast
Calcio a 5, Castel Fontana, una prova da libro cuore: l’Aloha si impone solo 4-3 - Castelli Notizie
SPORT

Calcio a 5, Castel Fontana, una prova da libro cuore: l’Aloha si impone solo 4-3

calcio  a
Ci era quasi riuscito, ma non poteva davvero fare di più il Castel Fontana in casa dell’Aloha, tornata capolista proprio con i tre punti raccolti sui rossoneri alla Futsal Arena. Se in molti si aspettavano una goleada, allora si sbagliavano, perché la formazione di Angelini ha fornito una prova d’orgoglio e di carattere, ancor prima che di tecnica o di tattica. La squadra di Ranieri alla fine si impone per 4-3, dopo essere andata sotto nel primo tempo in virtù della rete di Daniele Fratini; la capolista, nel giro di due minuti, trova prima il pari e poi il gol del sorpasso, ma il Castel Fontana non si dà per vinto. Nella ripresa, infatti, i castellani impattano con una gran rete di Pio, ma è ancora l’Aloha a portarsi avanti e, stavolta, sul doppio vantaggio. Ci pensa di nuovo Fratini, su un’azione con il portiere di movimento, a firmare la sua doppietta personale e a ridare speranza al Castel Fontana che però il pareggio lo sfiora solamente. I rossoneri, dunque, restano in quinta posizione – agganciati però dal Prato Rinaldo che, comunque, ha addirittura due gare in più – ma quelli che più contano sono i sette punti di vantaggio sulla zona play-out. “Per la situazione di formazioni in cui ci siamo presentati quest’oggi, per la difficoltà della partita e per la prestazione offerta – commenta mister Angelini – non posso che tornare a casa davvero orgoglioso dei miei ragazzi: non ci sono parole per ringraziarli per quello che hanno dato in campo, anche in condizioni di grande difficoltà. Abbiamo giocato solamente con sette effettivi e, se tutti hanno dato il massimo – dal primo all’ultimo – una menzione speciale, non me ne vogliano gli altri, va fatta per i più giovani, Pio, Fratini e Mutta, che hanno giocato in maniera eccellente. Sono davvero contento di come sia andata, anche se alla fine abbiamo addirittura un pizzico di rammarico per aver solo sfiorato il pari. Avevo preparato la gara per cercare di rimanere in partita fino all’ultimo e questo, probabilmente, ci ha visti un po’ rinunciatari nel primo tempo, ma non potevamo fare altrimenti. Nella ripresa, invece – e lo dice il parziale che è stato di 2-2 – ce la siamo giocata alla pari in casa della capolista e, ripeto, questo mi riempie d’orgoglio e mi fa ben sperare per la corsa alla salvezza.
Più informazioni