Quantcast
Lanuvio: mentre Morelli si presenta 'Patto Cittadino' prova a far da calamita - Castelli Notizie
POLITICA

Lanuvio: mentre Morelli si presenta ‘Patto Cittadino’ prova a far da calamita

Lanuvio_(Civita_Lavinia)_-_particolare_centro

 

Il simbolo del Patto Cittadino, con tutti i partiti che vi hanno sinora aderito

Sarà nei primi di maggio, domenica 6 e lunedì 7, che a Lanuvio, come in tante altre realtà italiane, il popolo sarà chiamato ad esercitare la sovranità che gli spetta nella scelta dei propri rappresentanti consiliari.

A poco più di due mesi dalla contesa elettorale la corsa è entrata nel vivo, tanto più che domenica quella parte del centrosinistra che ha optato per questa soluzione sceglierà il proprio candidato attraverso le consultazioni Primarie. In lizza saranno in tre: Dianora Grassi, Umberto Leoni ed Umberto Morelli (i primi due di provenienza piddina, il terzo d’estrazione socialista).

Intanto in città la tensione comincia a salire e nelle sezioni di partito gli incontri si fanno sempre più frequenti, tra programma da stilare, alleanze da stringere e candidature da far quadrare.

Abbiamo discusso tanto, sinora, di quanto avviene nel folto schieramento di centrosinistra, in attesa che qualcosa si muovesse sull’altra sponda, dove al momento, forte di una lista civica, è soprattutto Lanuvio per la Democrazia a dare l’idea di voler fare la voce grossa. Eppur qualcosa si muove, merito soprattutto di quanto sta avvenendo nell’area di centro, dove si va formando una grossa coalizione, una sorta di Terzo Polo (termine che sicuramente sarà inviso ai protagonisti) che potrebbe diventare l’ago della bilancia qualora desse il proprio appoggio ad una o all’altra parte degli schieramenti. Proprio nei giorni scorsi è stato presentato il simbolo del progetto ‘Patto Cittadino’, nel quale sono per ora confluiti l’Udc, l’Mpa, l’Api, i Moderati di Lanuvio, Democrazia Cristiana, Grande Sud e Moderati Italia. Per alcuni una marmellata politica, per altri senza dubbio un agglomerato in grado di attrarre diversi consensi e, soprattutto, costituire da attrattiva per chi vorrà arrivare alla due giorni del voto con maggiori probabilità di spuntarla.

Se per alcuni l’accordo con Umberto Leoni è già chiuso, forte della sua amicizia con Sandro De Caterini, per altri ci sarebbero ancora spiragli per un patto con la lista civica ‘Lanuvio per la Democrazia’, sebbene quest’ultima abbia a più riprese dichiarato la propria avversione ai simboli di partito. Da Roma, tuttavia, qualcuno propenderebbe per questa soluzione e come tale starebbe provando a muovere le giuste pedine. Non va peraltro escluso, da voci di corridoio, che nel progetto possano anche confluire Fli, Pdl e Lista Polverini, che starebbero spingendo proprio per questo apparentamento.

In molti, all’interno del Patto Cittadino, sarebbero propensi a chiudere l’accordo con Leoni, ma a frenarlo sarebbero soprattutto i dinieghi di parte del Partito Democratico, piuttosto restio a cedere su certe concessioni. Chiaro che saranno determinanti le Primarie di domenica e solo in caso di vittoria dell’attuale Primo cittadino si potrà pensare ad un coinvolgimento a sinistra del Patto Cittadino. Nella Lista Civica il collante in grado di attrarre l’Udc e gli altri potrebbe essere proprio Luigi Galieti, mentre altri personaggi avrebbero già scosso la testa di fronte ad un’ipotesi di allargamento. D’altronde, orgoglio e fermezza a parte, calcolatrice alla mano nessuno appare certo di potercela fare procedendo in una corsa solitaria così piena di insidie.

Tornando alla più stretta attualità a mezzogiorno di giovedì 1° marzo, presso l’agriturismo La Meridiana, in Via Laviniense 47, Umberto Morelli illustrerà il proprio programma in vista delle Primarie (non perdete in una prossima pubblicazione le idee di Morelli sullo sviluppo del centro storico e sul parco commerciale di Campoleone).

 

 

 

 


 

 

Più informazioni
commenta