Quantcast
Ca5, Castel Fontana, altra prova d'orgoglio, ma il Latina espugna il PalaMillevoi - Castelli Notizie
SPORT

Ca5, Castel Fontana, altra prova d’orgoglio, ma il Latina espugna il PalaMillevoi

calcetto

Ancora una grande prestazione per il Castel Fontana, stavolta in casa con il Latina, seconda della classe e potenziale capolista visti i due punti in meno dell’Aloha e la gara da recuperare. Al PalaMillevoi finisce 5-3 in favore dei pontini che ribaltano il vantaggio iniziale firmato da Mutta e si portano fino al 4-1. A quel punto arriva la reazione dei marinesi che accorciano le distanze ancora con Mutta (doppietta per lui) e con Rubei, ma gli ospiti chiudono il discorso con la quinta rete. Da segnalare nel finale anche una traversa colpita da Fratini. A questo punto la classifica vede i rossonero sempre in quinta piazza appaiati al Prato Rinaldo – sconfitto in casa della Civis Colleferro che dunque mette una seria ipoteca sulla qualificazione ai play-off, così come il Paolo Agus – ma a soli cinque punti sulla zona play-out, viste le vittorie di Carlisport e L’Acquedotto.

E’ comunque soddisfatto mister Angelini al termine della gara. “Siamo riusciti in una sola settimana a mettere in difficoltà le prime due della classe, anche se alla fine non siamo riusciti a portare punti in cascina. Ma queste due prestazioni mi fanno davvero ben sperare sulle prossime gare e sul fatto che stavolta riusciremo a raccogliere qualcosa per condurre al più presto in porto la salvezza. Ai ragazzi ho già fatto i complimenti di persona: stanno facendo davvero una cosa grandissima; oggi tutti, nessuno escluso, hanno disputato un’ottima partita, ma una menzione particolare va per Daniele Fratini che giorno dopo giorno sta diventando sempre più giocatore. Pio è da tempo inserito, ma lui e Mutta stanno crescendo in maniera incredibile, tanto da non essere considerati più giovani, ma giocatori come gli altri. Se da una parte abbiamo perso tanti ragazzi strada facendo, dall’altra parte posso dire che i giocatori ce li stiamo costruendo”.

Più informazioni