Quantcast
Lariano, applausi trasversali nella prima consiliare di Caliciotti - Castelli Notizie
POLITICA

Lariano, applausi trasversali nella prima consiliare di Caliciotti

La neogiunta comunale di Lariano (foto Claudio Caponera)

 

La neogiunta comunale di Lariano (foto Claudio Caponera)

di Daniel Lestini

Dopo il forzato break commissariale e la fisiologica attesa post elettorale, l’aula consiliare del Comune di Lariano è tornata nuovamente ad aprire le proprie porte ai rappresentanti del popolo, abbracciando i neo eletti consiglieri comunali.

E’ accaduto a metà del pomeriggio, dinanzi ad una nutrita rappresentanza di cittadini, accorsi per la prima del nuovo sindaco, Maurizio Caliciotti. A lui il compito di nominare la nuova squadra, svelando i nomi della Giunta comunale che coadiuverà il suo ardito compito al governo cittadino.

Molte delle indiscrezioni già anticipate nelle ore precedenti da ‘Castelli Notizie’ si sono rivelate veritiere, nonostante il Primo cittadino si sia riservato il compito di svelare nella successiva seduta la suddivisione delle deleghe. Per certo si sa che Sergio Bartoli sarà il vicesindaco (premiata la fedeltà dell’uddiccino, che ha appoggiato convintamente Caliciotti nonostante parte del suo partito propendesse per Astolfi, ndr). Gli incarichi assessorili andranno invece a Piero Valeri, Fabrizio Ferrante Carrante, Walter Pantoni e Lorena Starnoni, unica donna nel lotto. A Pietro Romaggioli toccherà il ruolo di presidente del consiglio comunale, con Fabrizio D’Albenzo come vice.

Discorso conciliante quello del nuovo Sindaco, che non ha dispensato ampie aperture all’opposizione, promettendo una linea amministrativa all’insegna del buon senso e della trasparenza.  Proprio alle minoranze Caliciotti ha ricordato l’importanza del loro ruolo, spronandole a segnalare qualsiasi problematica dovesse sfuggire alla squadra di governo. Propositi conciliativi che sono stati accolti benevolmente dai rappresentanti delle liste uscite sconfitte dalla tornata elettorale: assente Emiliano Astolfi, è toccato a Casagrande, Crocetta, Ficcardi e D’Albenzo augurare buon lavoro alla nuova Giunta promettendo tutto il proprio impegno per il bene di Lariano, pur senza sconti in caso di defaillance governative.

Applausi nel frangente in cui Caliciotti ha ricordato il ventennale della strage di Capaci, con un accenno alla tragedia di Brindisi. Consensi anche nel momento in cui ha rammentato i suoi illustri predecessori, partendo da Luigi Brass e passando per Tiberio Bartoli, fino a Fernando Tamburlani (in prima fila tra i cittadini presenti) e Raffaele Montecuollo.

Tra i temi toccati la salvaguardia dei servizi, in primis quelli scolastici, senza dimenticare le tematiche del lavoro, il tentativo di contrastare il traffico pesante tramite una variante, la valorizzazione del patrimonio boschivo e la riduzione della pressione fiscale.

Nelle prossime sedute consiliari la possibilità di tradurre in fatti concreti gli audaci propositi delle sempre incoraggianti proposte elettorali.  

 

LEGGI ANCHE:

OGGI IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE A LARIANO E LANUVIO

Più informazioni
commenta