Quantcast
Velletri, preso a botte da due fratelli resta per 3 giorni a casa in fin di vita - Castelli Notizie
CRONACA

Velletri, preso a botte da due fratelli resta per 3 giorni a casa in fin di vita

pestaggio

Nel nottata tra giovedì 14 e venerdì 15 giugno gli Agenti della Squadra Anticrimine e della Squadra Volante del Commissariato di Velletri, diretto dal Vice Questore Aggiunto dr. Roberto Cioppa, hanno proceduto al fermo due fratelli romeni, 25 e 33 anni, in Italia senza fissa dimora, in quanto  resisi responsabili di rapina e lesioni gravissime in danno di un loro connazionale 55enne. Il fatto, accaduto nel tardo pomeriggio di domenica 10 giugno, si è  consumato presso l’abitazione della vittima, dove i due si erano recati, unitamente ad una loro conoscente e connazionale per consumare un caffè. Una volta all’interno i due  si sono impossessati del denaro contenuto all’interno del portafogli  dell’uomo e alle rimostranze di quest’ultimo hanno iniziato a colpirlo con calci e pugni procurandogli gravi fratture al costato. Non paghi lo hanno lasciato dolorante e gli hanno sottratto anche il telefono cellulare, così da impedirgli di chiamare i soccorsi.

L’uomo è rimasto esanime, in stato comatoso, per ben tre giorni ed è stato soccorso dal personale del 118 solamente nella mattinata di giovedì, dopo che la figlia, che non aveva più avuto sue notizie, lo ha trovato disteso nel suo letto in fin di vita. Dopo il trasporto all’Ospedale di Velletri è stato prontamente trasferito al San Camillo di Roma, dove è stato ricoverato in prognosi riservata.

I due fermati sono stati associati presso il Carcere di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Più informazioni
commenta