Quantcast
Skating, il Frascati di scena agli Italiani Senior - Castelli Notizie
SPORT

Skating, il Frascati di scena agli Italiani Senior

logoskating (1)
Sono stati i “portacolori” del Frascati Skating ai recenti campionati italiani Senior disputati a Roccaraso e allora Cristina Trani, Dario Betti, Noemi Da Mario e Galassia Brunetti commentano la loro prestazione agli Assoluti. «Sono molto contenta del mio secondo posto – dice la Trani, la migliore per piazzamento -. Ho fatto un'ottima prestazione nello short come mi capitò ai mondiali lo scorso anno, ma stavolta non ho subito il “contraccolpo” di allora nel programma lungo. Di fronte, però, avevo una grandissima atleta come la Sbei che ha vinto con merito. Dopo qualche giorno di riposo sono tornata al lavoro perché a ottobre ci saranno i mondiali in Nuova Zelanda. Il mio obiettivo? Proverò a vincere» dice Cristina senza nascondersi. Non poteva nascondersi nemmeno Dario Betti, campione iridato, europeo e italiano in carica che a Roccaraso ha ottenuto “solo” un terzo posto. «Ho patito un inizio anno con qualche problema fisico che non mi ha garantito continuità di lavoro e mi ha negato la possibilità di partecipare al campionato regionale – rimarca Betti -, l'ultima gara che avevo fatto era il mondiale del 2011. Nello short ho commesso qualche errore di troppo in una gara di alto livello e mi sono ritrovato in terza posizione. Nel programma lungo ho cercato di rimontare, ma alla seconda difficoltà tecnica del mio disco mi si è rotto un pattino: fortunatamente grazie all'assistenza siamo intervenuti subito, ma ho avuto dieci minuti di black-out. Come da regolamento ho ricominciato il programma di gara, ma l'ho accompagnato con qualche errore e quindi ho chiuso al terzo posto la gara». Si sono piazzate entrambe undicesime Noemi Da Mario e Galassia Brunetti (quest'ultima nel Solo Dance). «Sono andata al di sotto delle mie aspettative – ammette onestamente Noemi -, ma comunque la preparazione e lo spessore tecnico con il quale mi ero presentata a questa kermesse, una volta affinato il tiro, potrà portarmi a raccogliere i risultati sperati già dalla prossima competizione». «Dopo le prime due prove obbligatorie – commenta Galassia - ero decima e sono rientrata nel penultimo gruppo di gara antecedendo quello della campionessa mondiale: un grande traguardo per le mie aspettative. Dopo la terza prova, quella della danza libera, sono scesa in undicesima posizione a causa di alcune imprecisioni. Posso dirmi soddisfatta della mia gara perché l'obiettivo era di classificarmi tra le prime dieci».
Più informazioni