Quantcast
I commossi ringraziamenti della mamma d'un ragazzo curato al San Giuseppe di Albano - Castelli Notizie

Lettera al direttore

Attualità

I commossi ringraziamenti della mamma d’un ragazzo curato al San Giuseppe di Albano

ospedale san giuseppe

LETTERE IN REDAZIONE  –  Al Reparto di Terapia Subintensiva Postoperatoria dell’Ospedale S. Giuseppe di Albano   e  alla Direzione Sanitaria   dell’Ospedale S. Giuseppe di Albano.

Salve a tutti.  Sono la mamma di un ragazzo di 25 anni, affetto da sclerosi tuberosa e   autismo.  Mio figlio è stato operato d’urgenza il 05.05.12, presso la Vostra struttura, dal Chirurgo Dr. Cefaro in seguito ad una grave emorragia interna. Durante l’intervento gli è stato asportato un rene e dalla sera stessa è stato ricoverato presso il Reparto di Terapia Subintensiva Postoperatoria, dove è  rimasto fino al 13-06-12, a causa di gravi complicanze postoperatorie. Dal 14-06-12, mio figlio è rientrato al Chicco, la Struttura che lo ospita,  quindi la sua casa. All’inizio gravemente debilitato, a causa ovviamente della prolungata   immobilità, attualmente si è completamente ristabilito, riprendendo appieno le sue normali attività quotidiane.

Desidero ringraziare di vero cuore innanzitutto il chirurgo, Dr. Cefaro, per  la tempestività e perizia con cui ha praticato l’intervento, salvando la vita di mio figlio, e poi tutti i Medici del Reparto di Terapia Subintensiva  Postoperatoria che, insieme a tutto il resto del personale paramedico e non,  gli hanno salvato la vita una seconda volta, dimostrando, oltre ad una grande professionalità, anche un’immensa umanità.  Mio figlio è stato accolto, fin dal primo giorno, con particolare attenzione  alle complicazioni dovute alla sua patologia.  Nonostante spesso essi abbiano dovuto agire con fermezza e determinazione, e  non gli hanno mai fatto mancare cure ed attenzioni, anche dal punto di vista umano. Io mi sono sentita sempre compresa, sempre sorretta da tutti loro. Mai mi sono allontanata dal Reparto senza l’assoluta certezza di lasciare il mio ragazzo in ottime mani, addirittura coccolato e confortato da tutti!  Per questo mi sento di rivolgere un immenso GRAZIE a tutto quanto il personale, grazie infinite per aver contribuito alla ripresa assoluta del mio ragazzo, dopo tanta sofferenza e paura!

Mi è sembrato doveroso esprimere la mia più viva riconoscenza verso il personale medico e paramedico su menzionato anche all’attenzione della Direzione Sanitaria.

Saluto tutti cordialmente,

Antonella Napoli

Più informazioni