Quantcast
Marino, guerra su 'Costa Caselle'. Comandini (Idv): 'al Sindaco interessa la gente solo al momento del voto'. La replica del Primo cittadino - Castelli Notizie
POLITICA

Marino, guerra su ‘Costa Caselle’. Comandini (Idv): ‘al Sindaco interessa la gente solo al momento del voto’. La replica del Primo cittadino

costa caselle

S’inasprisce la tensione in quel di Marino per ciò che concerne la sorte degli alloggi di Costa Caselle. L’affondo arriva dal segretario dell’Italia dei Valori, Marco Comandini, che non le manda certo a dire all’Amministrazione Palozzi che si difende proprio per mano del Primo cittadino. “Il Sindaco la smetta di fare come Ponzio Pilato – esordisce Comandini -. L’Amministrazione ha rilasciato Permessi a Costruire prima della realizzazione dei servizi e moralmente è responsabile di questo stato di cose e non può lavarsene le mani con un semplice ‘stati calmi tutto si risolverà’. Non certo lavandosene le mani almeno. L’Idv – continua il suo segretario – ha lanciato la proposta di discutere apertamente con soci, acquirenti e tutte le parti interessate (imprese, cooperative e ditte) nella sala consiliare per un’assunzione pubblica di responsabilità: purtroppo stiamo ancora aspettando una risposta, da parte del Sindaco. Se la politica vuole  può e la nostra non è una proposta demagogica ma concreta, che va nel senso di chiarire e fornire soluzioni. Ci aspettiamo quindi che il Sindaco stabilisca e celermente una data raccogliendo il nostro suggerimento. Nel frattempo ricordiamo che intere famiglie vivono disagi estremi appoggiandosi in abitazioni di fortuna presso parenti, o pagando salati affitti ed affrontando contemporaneamente spese onerosissime per interessi passivi. Situazione, questa, che mette a dura prova la coesione familiare e rischia di far finire sul lastrico centinaia di cittadini. Una situazione – continua Comandini – che dovrebbe indurre l’amministrazione ad intervenire più che ad essere spettatore o  dispensare frasi alla camomilla. L’amministrazione potrebbe iniziare anche a dire, tutelando i cittadini, che d’ora in poi si rilasceranno permessi a costruire solo a fronte di servizi eseguiti per evitare altre situazioni di questo tipo, ma non si trovano dichiarazioni in tal senso.  L’Italia dei Valori – conclude in una nota il segretario cittadino – in caso di inoperosità dell’amministrazione organizzerà qualcosa, perché di certo non si possono abbandonare o prendere in giro così centinaia di abitanti”.

Adriano Palozzi insieme a Renata Polverini

Di sgomento e rabbia la reazione del Sindaco Adriano Palozzi: “per l’ennesima volta – ha detto – chiarisco che l’amministrazione ha fatto tutto ciò che doveva e poteva. Se qualche furbacchione pensa che mettendoci contro gli acquirenti risolverà  il problema credo che allora questo qualcuno mi conosce poco: io risolvo problemi ma non accetto ricatti! Io do tutto me stesso e mi rendo conto che, nonostante questo, non si riesce a fare tutto ciò che è necessario a dipanare la matassa; eppure vedere che chi non ha mai fatto nulla parla in questo modo mi dà veramente fastidio. In un momento complesso per tutti – continua il Primo cittadino di Marino – e con un mare di problemi difficili da risolvere, dobbiamo ancora assistere a chi pensa che si possa speculare politicamente sui problemi della gente. E’ una cosa sgradevole ed ingiusta soprattutto per le tante persone che vivono disagi ma anche per chi, come me, tenta nonostante le difficoltà di risolvere i problemi. Credetemi, nulla è facile ed in questo momento tutto è ancora più difficile. Io non ho mai messo al centro della mia azione il mio credo politico e tantomeno ho mai chiesto a chi ha bisogno quale fosse la sua idea. Provo a fare il Sindaco per tutti e non per una parte, però quando un partito inutile e scorretto come l’IDV, seguito a livello locale da improbabili leader, si permette di speculare sui problemi della gente senza sapere purtroppo neanche di cosa parla, allora è chiaro che nulla è cambiato e che la politica è interpretata sempre allo stesso modo! Loro sarebbero il nuovo? Sono purtroppo la sintesi dei disfattisti che ci hanno ridotto così. Scusate lo sfogo ma purtroppo la mattina c’è chi, come tanti di noi, si alza pensando ai tanti problemi che ci sono e chi, come loro, si alza e, non avendo nulla da fare, pensa a sparlare degli altri e a come evidenziare problemi, senza ovviamente avere la minima idea di come risolverli”.

Marco Comandini, segretario dell’Idv di Marino

Immediata la controreplica di Comandini, che ha definito “imbarazzanti” le parole del Sindaco: “avevamo chiesto un incontro con le parti, senza fare demagogia o disfattismo, ma forse dei problemi della gente non gliene importa molto, se non al momento del voto. Evidentemente si pensa che la gente sia stupida e non capisca da cosa siano generati certi problemi e cioè dal concedere licenze edilizie senza servizi. Caro Sindaco – ha aggiunto rivolgendosi proprio al Primo Cittadino -: sei bravissimo a prenderti gli applausi quando fai le cose buone, ma devi prenderti anche le critiche quando sbagli. Noi, ‘improbabili leader’, non abbiamo ambizioni particolari, a parte amare la nostra città e fare qualcosa di buon per essa…”.