Quantcast
TRAGEDIA A VELLETRI - E' di un operaio 46enne il corpo senza vita estratto dalle macerie - Castelli Notizie
CRONACA

TRAGEDIA A VELLETRI – E’ di un operaio 46enne il corpo senza vita estratto dalle macerie

DSC_0056

Un crollo improvviso e la sua vita è finita sepolta dalle macerie, scorie di un solaio che gli è crollato addosso, di colpo, seppellendo per sempre il suo sorriso. Si è spinta così, intorno alle 14, la vita di un operaio romeno di 46 anni, che lungo via San Francesco, nel quartiere medievale dello storico borgo di Velletri, era intento in dei lavori di ristrutturazione di un ex garage da trasformare in un locale di intrattenimento. 

Nulla da fare per lui, che ha trovato la morte proprio il giorno che precede il Primo Maggio, ed una ricorrenza per i lavoratori che giunge proprio a poche ore di distanza dall’ennesima morte bianca. 

I Vigili del Fuoco, subito accorsi dopo che il frastuono provocato dal crollo aveva richiamato l’attenzione del vicinato, non hanno potuto far altro che estrarre il corpo ormai senza vita dell’uomo, la cui dipartita potrebbe essere sopraggiunta all’istante, per via delle ferite riportate dalle macerie. Solo al termine della ricerca si è definitivamente sopita la voce che nello stabile potesse esserci un altro operaio, probabilmente messosi in salvo prima del crollo. I pompieri, giunti sul luogo con quattro squadre, hanno poi fatto evacuare gli appartamenti sovrastanti, prima di procedere ad ulteriori verifiche per stabilire l’agibilità degli edifici coinvolti, coadiuvati anche dai volontari della Protezione Civile. Ai Carabinieri della Compagnia di Velletri il compito di effettuare le indagini, vagliando l’eventuale presenza di autorizzazioni per l’avvio dei lavori e di regolari assunzioni per lo svolgimento del lavoro, cosa che sulle prime sembrerebbe non esserci. Alla Polizia Mortuaria, infine, il compito di rimuovere il corpo ormai senza vita dell’uomo.

In serata è poi arrivata la notizia dell’arresto del proprietario del locale, un 30enne di Velletri, che pur scosso per quanto accaduto dovrà ora rispondere dell’accusa di omicidio colposo ed omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro. 

Sull’incidente non è mancato l’intervento del Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, che ha espresso “vicinanza e solidarietà a nome della Regione ai familiari dell’operaio. In un Paese civile – ha aggiunto Zingaretti – è davvero inaccettabile che così tante persone possano subire incidenti o perdere la vita mentre svolgono il proprio lavoro”. Visibilmente scosso anche il sindaco Fausto Servadio, accorso per rendersi conto di persona di quanto stava avvenendo. 

 

LEGGI ANCHE:

CROLLA UN SOLAIO A VELLETRI: OPERAIO MUORE SOTTO LE MACERIE

Più informazioni
commenta