POLITICA

Piazzoni (Sel) sul ‘lavoro nero’: “per uscirne bisogna arginare la crisi…”

nero

 

 

Oggi dovrebbe essere un giorno di festa, e non di lutto. Eppure, di lavoro, ancora si muore”. E’ un Primo Maggio che Ileana Piazzoni, deputata di Sinistra Ecologia e Libertà, ha dedicato all’operaio romeno morto il giorno prima a Velletri (LEGGI QUI), quello che è andato in scena nella giornata di ieri. “Secondo alcune fonti – ha dichiarato all’Ansa la deputata genzanese –  l’operaio non era in regola. Di fronte all’emergenza lavoro siamo chiamati tutti ad una riflessione di responsabilità, partendo da misure di prevenzione, controlli severi e cultura della sicurezza, da porre in campo con immediatezza da parte di tutti gli attori territoriali, politici ed istituzionali. Ma  se non riusciremo ad arginare la crisi, di lavoro nero si continuerà e morire. L’assunzione dei lavoratori nel quadro di un sistema di regole e garanzie dipende infatti anche, purtroppo, dalle risorse economiche di cui molte piccole imprese del territorio oggi non possono più disporre. Se da un lato quindi vanno intensificati i controlli a garanzia di tanti lavoratori, soprattutto stranieri, che rischiano la vita, parallelamente dobbiamo trovare urgentemente risorse per far ridecollare lo sviluppo: solo così – ha concluso la Piazzoni – potremo tornare a parlare di cultura della sicurezza”.

Più informazioni