Quantcast
Clamoroso a Velletri. Si riconteggiano le schede: Felci (CasaPound) può beffare Cerini - Castelli Notizie
POLITICA

Clamoroso a Velletri. Si riconteggiano le schede: Felci (CasaPound) può beffare Cerini

COMUNALI, DA TALENTI A CINECITTÀ ROMANI "BOCCIANO" SCHEDA-LENZUOLO - FOTO 2

 

PAOLO FELCI, CANDIDATO SINDACO DI CASAPOUND

Quando una scheda ti cambia la vita! Si tingono di giallo le elezioni Comunali di Velletri, sinora contraddistinte dal successo del Sindaco uscente, riconfermatosi sin dal primo turno. A distanza di 40 ore dall’inizio dello spoglio, tuttavia non c’è ancora certezza sulla composizione del nuovo consiglio comunale. Bocche serrate negli entourage dei protagonisti, opportunamente in attesa che qualcuno, dall’alto, prenda una decisione. Motivo del contendere l’attribuzione di un seggio, contesto tra il Popolo della Libertà e CasaPound.

Allo stato dell’arte a guadagnare il diritto di tornare in aula è Gianni Cerini, nelle fila del Pdl. Uno in meno, tuttavia, di quelli che gli servirebbero per tornare in sala consiliare qualora il Ministero dell’Interno dovesse dar ragione a Paolo Felci, che da lunedì sera chiede in continuazione il riconteggio di alcune schede contestate. Al momento sarebbe una scheda, solo una, a far pendere la bilancia da una parte o dall’altra: una scheda il cui voto, se ritenuto valido, schiuderebbe le porte dell’aula più ambita del palazzo comunale al giovane leader di CasaPound, portando alla clamorosa esclusione di uno dei pochi superstiti del centrodestra che fu, già ampiamente decimato. 

 

 

LEGGI ANCHE:
– COMUNALI: I VOTI DI TUTTI I CANDIDATI E I NOMI DEGLI ELETTI

Più informazioni
commenta