Quantcast
Dal 30 giugno obbligo della 'PEC' anche per le imprese individuali - Castelli Notizie
Attualità

Dal 30 giugno obbligo della ‘PEC’ anche per le imprese individuali

pec

Grandi novità in arrivo per tutte le imprese individuali attive sul territorio italiano, che dal 30 giugno dovranno dotarsi, gestire e comunicare al Registro delle Imprese un indirizzo di Posta Elettronica Certificata ‘PEC’ come previsto dal DL 179/2012.

Accadrà in tutta Italia e, per restare nell’area di nostra competenza, l’assessore alle Attività Produttive di Marino Giuseppe Bartolozzi ha diramato un apposito comunicato stampa per rimarcare come Palazzo Colonna sia costantemente in linea con le normative in materia informatica,  sottolineando come l’utilizzo dello strumento sia necessario nei rapporti con la pubblica amministrazione per ridurre i costi e migliorare l’efficienza degli iter burocratici a livello locale e nazionale. La domanda di iscrizione, è bene rammentarlo, è del tutto gratuita. “La casella di Pec – spiega Bartolozzi – utilizzata già dal 2011 dalle società, è necessaria, in alternativa alle raccomandate A/R postali, per lo scambio di informazioni e comunicazioni, corrispondenza amministrativa, commerciale o informativa, in forma legale e sicura, con attestazione della spedizione con l’orario esatto. Garantendo con ciò – sottolinea – anche la certezza del contenuto. Viene definita certificata perché il gestore del servizio rilascia al mittente una ricevuta che costituisce valore legale dell’avvenuta spedizione  e consegna del messaggio e dei suoi allegati”.

Una volta acquisito, l’indirizzo di posta elettronica certificata, dovrà essere trasmesso anche al SUAP – Sportello Unico Attività Produttive. Per le imprese individuali alla prima iscrizione la mancata indicazione della Pec determina la sospensione della domanda di iscrizione sino alla sua integrazione. Decorsi 45 giorni dalla presentazione della richiesta, questa si considererà come mai presentata.