Quantcast
Scovata officina clandestina: vi si smontavano e rimontavano pezzi di auto rubate - Castelli Notizie
CRONACA

Scovata officina clandestina: vi si smontavano e rimontavano pezzi di auto rubate

auto 3

DUE PERSONE ARRESTATE E ALTRE DUE DENUNCIATE. SEQUESTRATO UN TIR PORTA CONTAINER, TELAI, PARTI MECCANICHE ED ELETTRICHE E DOCUMENTI DI ALMENO 20 AUTOVETTURE RUBATE

A seguito di una mirata attività investigativa i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato due persone, un camionista 63enne, residente nella provincia di Livorno, incensurato, ed un cittadino romeno, di 23 anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di ricettazione e riciclaggio in concorso. Per lo stesso reato sono stati denunciatoi anche un 57enne ed una 60enne. Il primo ad essere fermato dai militari è stato il camionista 63enne, mentre si trovava alla guida di un autoarticolato che trasportava un container, uscito poco prima da una villa di Rocca Priora.

CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRLE

A seguito del controllo i militari hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno del container, due telai di auto oggetto di furto e decine di parti meccaniche di autovetture in corso di catalogazione, nonché della somma contante di circa 4 mila euro, di illecita provenienza. Nel corso della medesima operazione i militari hanno quindi effettuato un blitz all’interno della villa da dove poco prima era uscito il mezzo pesante carico del materiale rubato. All’interno della villa i militari hanno scoperto che vi era nascosta un’officina meccanica utilizzata per lo smontaggio di autoveicoli oggetto di furto perpetrati nel centro Italia e sempre nell’area della villa i militari hanno potuto rinvenire telai, documenti, parti meccaniche ed elettroniche di almeno 20 auto, oggetto di furto, tutte rubate in vari comuni tra il Lazio, la Toscana e l’Abruzzo. Nell’officina è stato fermato il 23enne romeno che è stato arrestato assieme al camionista. La villa, il mezzo pesante e tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Il 57enne e la 60enne, proprietari e dimoranti all’interno della villa sono stati invece denunciati per il medesimo reato. I due arrestati sono stati associati presso il Carcere di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.