SPORT

‘DEAFLYMPICS’ (Olimpiadi Silenziose): oro, argento e bronzo per il Karate

La nazionale di karate, l'allenatore Nicosanti e l'equipe di fisioterapisti

Dopo l’oro e l’argento di Pasquale Longobardi, conquistato nelle gare individuali, a Sofia, in occasione delle DEAFLYMPICS, LE OLIMPIADI  SILENZIOSE, che si svolgono sin dal 1924,  il  KARATE porta ancora una medaglia: gli Azzurri allenati da LUCA NICOSANTI  e diretti da  GERARDO DI GRUCCIO  hanno conquistato il bronzo nella gara a squadre,  preceduti da Iran e Russia, terzi ex aequo con il Venezuela. Più di 4000 gli atleti partecipanti in tutte le discipline sportive, provenienti da tutto il mondo. “Abbiamo centrato l’obiettivo che ci eravamo prefissati – ha dichiarato Nicosanti – e credo davvero che più di così non si potesse fare”. Poi ha aggiunto: “eravamo terzi nella graduatoria mondiale dopo Venezuela e Russia, manteniamo il podio che avevamo ottenuto due anni fa nella kermesse iridata”.

 

CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRLE

Della squadra fanno parte Michele Caffi, Pasquale Longobardi, Manuel Tocchini Morotti, Maurizio Tornincasa e Michele Zolfo. A causa di un infortunio avvenuto in allenamento assente Oronzo Barletta. Rappresentata tutta l’Italia ed anche la città di Velletri dall’atleta Michele Zolfo al suo esordio in nazionale  e dall’allenatore della riconfermato in carica Luca Nicosanti che, intervistato ha poi concluso spiegando che “comunque paghiamo lo scotto degli stage che non siamo riusciti a fare come sarebbe stato opportuno, a causa della crisi economica. In ogni caso portiamo a casa tre medaglie. Non male, no?”.

Pasquale Longobardi, l’atleta più giovane presente in Nazionale  al suo debutto nella Deaflympics  ha conquistato ben tre medaglie, di pregio diverso ma comunque pesanti: “ero consapevole delle mie capacità” ha spiegato non prima d’aggiungere che conosceva “un paio di avversari. Sapevo di potercela fare”. E alla domanda-tranello “ma i tuoi avversari rivogliono fare la gara” ha risposto “sono disponibile, rivinco di nuovo!”. Grande entusiasmo degli atleti partecipanti, grande energia e professionalità.

Corposo il medagliere italiano conquistato dagli atleti azzurri e tempestivi i complimenti del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico LUCA PANCALLI che, preso atto dei risultati, degli atleti azzurri ha detto: “un simbolico abbraccio da parte dell’intero mondo paralimpico ad atleti che stanno onorando la Maglia Azzurra”. 

 

Più informazioni