Quantcast
Genzano - Ancora atti vandalici contro le auto in sosta: danneggiata la vettura di Marta Bevilacqua (F.d.S.) - Castelli Notizie
CRONACA

Genzano – Ancora atti vandalici contro le auto in sosta: danneggiata la vettura di Marta Bevilacqua (F.d.S.)

auto

Un’auto data alle fiamme nel novembre del 2012 presso la zona di Palazzo Sforza Cesarini

Non accenna ad avere rallentamenti l’escalation di atti vandalici portati a termine contro le automobili in sosta nel centro di Genzano. Ancora uno sfregio è stato compiuto nelle ultime ore nelle strade centrali della cittadina genzanese. L’utimo deplorevole episodio si è verificato in uno dei punti più battuti dai vandali, proprio sotto i parcheggi del complesso parrocchiale della Santissima Trinità, in via Don Nazario Galieti.

Un’altra delle auto recentemente bruciate a Genzano

Parcheggi che da tempo vengono considerati ‘terra di nessuno’, dove di episodi del genere se ne sono sommati di svariati, tanto da generare un progressivo stato d’insicurezza ed agitazione tra i residenti.

A rimanere vittima di questo ennesimo episodio di teppismo è stata il consigliere comunale della Federazione della Sinistra, Marta Bevilacqua, la cui vettura è stata nuovamente danneggiata, dopo che sempre nella stessa zona era stata già presa di mira altre due volte nel corso degli ultimi anni (in una circostanza addirittura con tanto di svastiche impresse sulla fiancata).

“Anche se i controlli da parte delle forze dell’ordine andrebbero intensificati- ha commentato la Bevilacqua sul suo profilo Facebook -,  questo vandalismo – ha aggiunto – ha anche delle ragioni sociali che andrebbero indagate profondamente”.

Marta Bevilacqua in consiglio comunale

Visti i precedenti, come in una sorta di ‘tam tam’,  le voci riguardanti la poca sicurezza di quei parcheggi si sono diffuse anche oltre Genzano, non contribuendo certo a promuovere l’immagine della Città dell’Infiorata, che tanto sta investendo in termini di appettibilità turistica.

Lo scorso inverno si sono susseguiti diversi episodi di furti di auto, di vetture date alle fiamme, di tagli alle gomme e di graffi sulla carrozzeria, tanto da riportare all’attenzione le richieste consiliari dei consiglieri comunali Fabio Papalia (Fratelli d’Italia) ed Arnaldo Melaranci (Lista Civica – Udc), che da tempo vanno chiedendo una maggior presenza delle forze di polizia, con l’ausilio di un opportuno sistema di videosorveglianza.

In un contesto del genere non possono passare inosservati i raid vandalici ai danni dei simboli religiosi, come anche l’incursione notturna avvenuta qualche giorno fa presso l’Ospedale ‘De Santis’. I cittadini, sempre più sorpresi ed impauriti, attendono una reazione che limiti il senso di timore nei confronti del problema sicurezza.

Federica Tetti

LEGGI ANCHE:

– L’OSPEDALE DI GENZANO MESSO A SOQQUADRO DURANTE UN’INCURSIONE NOTTURNA

– ANCORA DIVERSE AUTO DATE ALLE FIAMME: VANDALI DI NUOVO IN AZIONE A GENZANO

– ORA GENZANO HA PAURA: ALTRE 3 AUTO DATE ALLE FIAMME

– PAURA A GENZANO: DUE ORDIGNI ESPLOSIVI TROVATI ALL’ESTERNO DELLA ‘BANCA TONIOLO’

GENZANO: DOPO I LADRI I VANDALI: AUTO DANNEGGIATE IN PIAZZA FRASCONI

– SGOMENTO A GENZANO DOPO I RAID CONTRO I SIMBOLI RELIGIOSI

– GENZANO: AUTO E CASSONETTI CARBONIZZATI IN VIA CERVI

Più informazioni
commenta