Quantcast
Così la Città di Marino ha ricordato il 69° Anniversario della Liberazione d'Italia - Castelli Notizie
Attualità

Così la Città di Marino ha ricordato il 69° Anniversario della Liberazione d’Italia

cerimonia

convegno

cerimoniaMarino, venerdì 25 aprile: La Festa della Liberazione d’Italia, nel suo 69mo anniversario, è stata celebrata con un doppio appuntamento in nome della storia, del ricordo e dei valori legati alla libertà e alla democrazia.

La giornata di commemorazioni è iniziata al Museo Civico «Umberto Mastroianni» con il convegno «Giuliano Vassalli: una vita spesa per democrazia, libertà e giustizia».

Promosso dall’associazione «Artisticamente Fenice» presieduta da Antonio Ortolani e dalla «Fondazione Bruno Buozzi» rappresentata da Giorgio Benvenuto l’incontro, patrocinato dall’assessorato alla Cultura guidato da Arianna Esposito, ha posto in luce la figura del partigiano, giurista, politico e presidente della Corte Costituzionale (scomparso nel 2009) a 99 anni esatti dalla sua nascita, avvenuta il 25 aprile 1915.

cittadiniDeputato e senatore per il Psi, ministro di Grazia e Giustizianei governi Goria, De Mita e nel sesto governo Andreotti, avvocato penalista e docente di Diritto e Procedura Penale oltre che socio nazionale dei Lincei, Vassalli è riuscito a portare a compimento importanti riforme legislative come il codice di riforma penale, il patrocinio gratuito dei non abbienti, la riforma della legislazione antimafia e antidroga, impostando altre riforme nel settore della giustizia civile, commerciale e penale, della criminalità organizzata e dell’ordinamento giudiziario.

A tracciare i contorni di una figura importante nella storia dell’Italia, la cui azione di vita è ancora oggi tangibile, l’ex senatore e deputato, giornalista e sindacalista Giorgio Benvenuto, amico personale di Vassalli, che ha ricordato i passi salienti della sua battaglia per la libertà del suo paese. Autore di oltre duecento pubblicazioni nel campo del diritto e procedura penale e della criminologia, partigiano combattente, giocò un ruolo importante nel Comitato di Liberazione Nazionale che gli valse la medaglia d’argento e la croce di guerra.

bandaTematiche, quelle della libertà e della giustizia sollevate dal convegno su Giuliano Vassalli, da far conoscere, secondo il pensiero espresso dall’assessore Esposito, sempre di più ai giovani grazie ad eventi celebrativi e incontri in nome della storia, nella quale crescere e respirare.

Significativo, in merito a Vassalli, anche il contributo offerto dal presidente di Artisticamente Fenice, Antonio Ortolani.

Presente alla manifestazione l’ex presidente della Regione Lazio e sindaco di Marino Giulio Santarelli. Ha moderato i lavori Marco Zeppieri della Fondazione «Bruno Buozzi».

Al termine del convegno, la cerimonia commemorativa del 25 aprile, in piazzale degli Eroi partecipata dalle autorità civili, militari e religiose del territorio unitamente a Protezione Civile, Associazione Nazionale Carabinieri e Corpo Guardie Zoofile.

cecchi - don massari - martini - rizzoQui il presidente del Consiglio comunale Stefano Cecchi, ha deposto la corona d’alloro al Monumento ai Caduti realizzato dallo scultore Rinaldo Piras e dal suo assistente Germano Sciamanna, dando lettura del suo discorso celebrativo in occasione del 69mo anniversario della Liberazione d’Italia. Un intervento nel quale ha ricordato gli eventi, sottolineando i valori fondanti della vita democratica, civile e libera e la volontà dell’Amministrazione e della Città di Marino di mantenere viva la memoria degli eventi che hanno caratterizzato la storia del Paese. Per l’affermazione della Pace.

Alla celebrazione hanno preso parte anche l’assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Arianna Esposito e i consiglieri comunali Ugo Onorati, Enrico Iozzi ed Emanuele Ciamberlano. L’Arma dei Carabinieri ha visto la presenza del maggiore Luigi Aureli, comandante della Compagnia di Castel Gandolfo e del maresciallo Simmaco Vigilante, comandante stazione Marino. La Polizia Locale è stata rappresentata dal tenente Vitaliano Giglio.

vigilante - esposito - aureliPresenti i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’armi Nilo Rizzo (A.N.P.I.) e Leopoldo Martini (A.N.N.P.I.A.), il presidente dell’associazione «I Castellani di Vittoria Colonna» Enrico Capolei e quello del Centro Anziani Marino, Alberico Mazzone. L’aspetto religioso è stato curato da monsignor Pietro Massari, abate parroco della Basilica di San Barnaba Apostolo mentre il commento musicale all’evento è stato eseguito dal Concerto Filarmonico «Enrico Ugolini» diretto dal M° Roberto Carmine Scura.