Quantcast
Lutto nel mondo del giornalismo veliterno: a 75 anni ci lascia Guido Di Vito - Castelli Notizie
CRONACA

Lutto nel mondo del giornalismo veliterno: a 75 anni ci lascia Guido Di Vito

guido3

guido3Lutto nel mondo del giornalismo veliterno. Nella mattinata di martedì 6 maggio, dopo una lunga malattia, che lo aveva fiaccato nel fisico e nello spirito, Guido Di Vito si è congedato dalla vita terrena. Lo ha fatto all’età di 75 anni, dopo che già da qualche mese, provato dall’incedere della malattia, aveva riposto la penna in un angolo, centellinando sempre di più le sue uscite pubbliche.

Se ne è andato così, in punta di piedi, e senza fare rumore, una delle colonne di quell’informazione veliterna di vecchia maniera, probabilmente più verace ed umana di quella un pò appiattita e monocorde dei tempi odierni.  

Un uomo che aveva assaporato il piacere della scrittura solo in età matura, prendendo confidenza col panorama dell’editoria locale partendo dalla sua prima passione, quella per la fotografia. In seguito, vedendo sgorgare in se l’amore per l’informazione, è divenuto il perno di diversi progetti editoriali, sino a ricoprire le massime cariche dirigenziali di due storiche testate: ‘La Torre’ e ‘il Cittadino’. Creatura, quest’ultima, per la quale ha dimostrato amore viscerale; un sentimento che non ha custodito con avarizia, provando a trasmetterlo a piene mani ai tanti compagni di avventura.

Gli ultimi suoi articoli, neppure un paio di anni fa, sono stati ospitati sulle colonne di ‘Milleluci’, tra le quali si è dilettato nelle vesti di opinionista, senza far mai venir meno l’attaccamento per la sua Velletri, di cui a suo modo è stato cultore e cantore. 

guido2Tante le iniziative sociali portate avanti nel lungo periodo trascorso sul ‘campo’, a partire proprio dalla strenua battaglia in difesa delle millenarie contrade veliterne, alla cui ignobile sparizione non si è mai rassegnato, criticando con veemenza chi, con miopia storica, le aveva cancellate con un colpo di spugna. 

Alla fine della sua corsa Di Vito lascia la moglie Bruna, due figlie e diversi nipotini, per intraprendere un cammino che gli auguriamo possa portarlo a riabbracciare sua figlia Alessia, la prematura scomparsa della quale, a suo tempo, segnò per sempre la vita di papà Guido, colpito inesorabilmente dal dolore più lancinante che un uomo possa provare.

Ai suoi familiari, e a tutti quanti gli hanno voluto bene, le condoglianze della redazione di ‘Castelli Notizie‘, la cui direzione è orgogliosamente figlia di quella stagione in cui Di Vito, e pochi altri, seppero tenere fede alla ‘sete’ di notizie, da dare in pasto alla cittadinanza con puntualità e vigore, senza far difettare il coraggio di esporsi e senza trincerarsi dietro ai diktat del politico di turno, col lettore – solo e soltanto lui – unico interlocutore cui dar conto.

Chi vorrà fargli compagnia nell’ora dell’ultimo saluto potrà recarsi presso la Cattedrale di San Clemente, dove alle 9.30 di mercoledì 7 maggio verrà officiato il rito funebre. 

Più informazioni
commenta