Quantcast
Velletri - Raccolta Differenziata Porta a Porta: ogni mese coinvolte nuove zone - Castelli Notizie
Attualità

Velletri – Raccolta Differenziata Porta a Porta: ogni mese coinvolte nuove zone

porta a porta velletri

Assessore Masi, ad Volsca Di Prisco, consigliere Bagaglini

Nuovi passi in avanti, in termini di Raccolta Differenziata Porta a Porta, verso la completa copertura del vasto territorio veliterno. A partire dal prossimo mese, fino al termine del 2014, verranno gradualmente coinvolte altre zone di Velletri, con l’estensione del servizio che interesserà la zona zona Sud-Ovest di Velletri, in totale circa 20mila abitanti con una modalità progressiva di coinvolgimento di oltre 3000 abitanti ogni mese.

La macchina organizzativa è in moto, sono in distribuzione i kit che prevedono i contenitori suddivisi per le differenti frazioni, materiale informativo e il calendario dei giorni di raccolta.

“Nel primo mese saranno interessati 3573 abitanti – dichiara l’assessore Luca Masi – già raggiunti da una lettera del comune che annuncia le nuove modalità di raccolta dei rifiuti. Vista la precedente esperienza e l’accresciuta sensibilità dei cittadini verso i temi ambientali, si sta riscontrando una costruttiva ed efficace collaborazione”.

porta a porta velletriAumenta così il numero dei cittadini raggiunti dalla raccolta porta a porta, 14550 sono già serviti e con il nuovo programma arriveremo, alla fine del 2014, a coprire circa 35000 cittadini pari al 65% della popolazione residente. A seguire il completamento di tutto il territorio con l’obiettivo di concludere la raccolta porta a porta entro l’estate del prossimo anno.


“Parallelamente all’estensione – continua Masi – del servizio porta a porta, stiamo lavorando anche alla realizzazione della seconda isola ecologica, un grande centro di raccolta di oltre sei mila metri quadrati che sorgerà nell’area Sud di Velletri e che integrerà il punto di raccolta di via Troncavia. È in corso anche l’iter per l’isola ecologica di via Appia Nord già annunciata che sarà costruita sul terreno confiscato alla mafia”.

elencoNella nuova isola ecologica della zona Sud, sarà integrata anche la raccolta di frazioni speciali di rifiuti oggi non conferibili come piccole quantità di inerti (calcinacci), materiali speciali usati in agricoltura, ecc. Un passo avanti nella piena applicazione dell’indirizzo dell’amministrazione che permane quello di educare i cittadini al riuso e al riciclo per ottenere una riduzione graduale della produzione dei rifiuti indifferenziati, vera piaga di questo nostro tempo.


“Anche sul fronte della lotta contro gli abusi ambientali – conclude l’assessore Masi – si registrano importanti passi avanti, abbiamo potenziato la rete di vigilanza della Polizia locale alla quale si aggiungeranno, nelle prossime settimane, anche i volontari delle associazioni venatorie che hanno una speciale formazione sull’ambiente. Un accordo di collaborazione che consentirà una maggiore vigilanza che avrà, principalmente, uno scopo educativo per far capire ai contravventori che abbandonare i rifiuti nell’ambiente, oltre al danno ambientale, causa un danno economico a discapito di tutta la cittadinanza”.

 

Più informazioni