Quantcast
Europee - Gianfranco Cestrilli (segretario Pd di Velletri): 'sosteniamo chi crede all'Europa' - Castelli Notizie
POLITICA

Europee – Gianfranco Cestrilli (segretario Pd di Velletri): ‘sosteniamo chi crede all’Europa’

cestrilli

cestA poche ore dalla tornata elettorale che designerà la composizione del nuovo Parlamento europeo, ospitiamo le riflessioni di Gianfranco Cestrilli, segretario del Partito Democratico di Velletri, nonchè renziano della prima ora. “Siamo alle ultime battute di una campagna elettorale  per  la elezione del parlamento europeo – esordisce – e per  la prima volta indicheremo il candidato presidente…Con questo voto decidiamo chi ci dovrà rappresentare in Europa e che tipo di politiche dovrà sostenere.  Mi domando – si chiede Cestrilli – come possiamo sostenere  chi non crede nell’Europa,  chi vuole farci uscire dall’Euro, chi sostiene politiche che  ci allontanerebbero da una concezione solidaristica dell’Europa. Pensare ad una uscita dall’euro – rimarca Cestrilli, che delle tematiche economico-finanziarie ha fatto la sua professione – è semplicemente folle come folle elencare di non rimborsare il debito. Per un Paese indebitato come il nostro significherebbe triplicare il costo degli interessi che paghiamo sul nostro debito e per noi  sarebbe la fine…. Scaricare tutte le responsabilità  sull’Euro, sull’Europa o sulla Germania è un modo subdolo per scaricare di responsabilità  classi politiche e dirigenti  che hanno  governato il nostro Paese  negli ultimi 40 anni.  Ora si presenta una possibilità di scegliere tra Renzi, giovane  premier, e nuovo segretario del primo partito di centro sinistra,  pieno di energia riformatrice  con una agenda sostanziosa, e Grillo un ex comico livoroso,  che  cerca di approfittare di un disagio profondo che vive il Paese e che propone soluzioni  improbabili che rischierebbero di dare il colpo di grazia ad un paese moribondo. Su Berlusconi, invece, stendo un velo pietoso…Noi abbiamo il dovere di non rassegnarci, di elaborare la rabbia e tradurla in energia positiva, ce la possiamo fare, dobbiamo credere nel futuro, e non possiamo rassegnarci alla disperazione, come vorrebbe qualcuno per un mero calcolo elettorale…

L’Europa – conclude il segretario piddino di Velletri – è l’unica speranza, magari diversa, solidale  insieme ad una Italia più seria, e più forte che sa dare il meglio di se stessa, capace di giocare un ruolo di protagonista nella nuova Europa. Noi del PD nel derby tra speranza e rabbia tifiamo per la speranza e lo continueremo a fare a Velletri, come in Italia e in Europa”.

Più informazioni