Quantcast
Velletri - Un successone la serata della Federazione Sommelier Albergatori e Ristoratori dedicata al 'Cesanese' - Castelli Notizie
Attualità

Velletri – Un successone la serata della Federazione Sommelier Albergatori e Ristoratori dedicata al ‘Cesanese’

Cecchini, Terenzi e Mazzitelli ai saluti iniziali

I nove vini in degustazione

Il servizio dei sommelier FISAR

Il servizio dei sommelier FISAR

Il fatto che fosse venerdì 17 (ottobre) non ha spaventato gli appassionati di vino, la serata organizzata dalla delegazione di Roma e Castelli Romani della FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) a Velletri, nei locali dell’ex Cantina Sperimentale, e dedicata al Cesanese ha avuto un ottimo riscontro di pubblico. Oltre 50 gli intervenuti, che hanno così seguito un percorso di scoperta del vitigno rosso autoctono forse più famoso del Lazio, nonché prima DOCG della regione, che sta toccando vertici qualitativi importanti a due passi dalle nostre vigne.

Ben 9 le etichette in degustazione, con l’aggiunta di un momento di divulgazione del territorio tramite la Strada del Vino Cesanese che ha così concluso idealmente con un invito a visitare i luoghi da dove provenivano i vini della serata.

Ad aprire i lavori i responsabili della sede CRA di Velletri, che ospitava la serata così come i corsi per Sommelier Fisar, con la direttrice Francesca Cecchini che ha poi lasciato la parola a Filippo Terenzi, a capo della Delegazione di Roma e Castelli Romani della Fisar, e ad Antonio Mazzitelli, docente Fisar, che ha guidato la degustazione.

Cecchini, Terenzi e Mazzitelli ai saluti iniziali

Cecchini, Terenzi e Mazzitelli ai saluti iniziali

I vini in degustazione erano tutti Cesanese del Piglio DOCG tranne un Cesanese di Affile DOC, si è partiti dal “Bivi!” 2013 dell’Azienda Agricola Maria Elena Sinibaldi, poi “San Magno” 2012 di Corte dei Papi, “Romanico” 2012 di Coletti Conti, “Vajoscuro” 2010 di Giovanni Terenzi, “Gaiano” 2010 di Colline di Affile (l’unico Cesanese di Affile DOC), “L’Onda” 2010 di Manfredi Opificio, “Agape” 2010 di Petrucca e Vela, “Bolla di Urbano” 2010 di Pileum e infine “Antiqua” 2010 di Casale Verde Luna. Stessa tipologia per vini che seguono scuole diverse, con risultati a volte impressionanti per modernità e altri per tradizione. Una ricerca personale e non solo di mercato, che è stata ben espressa dai produttori presenti, che hanno arricchito la serata di aneddoti e storie mentre dal pubblico in molti hanno partecipato con domande e richieste di approfondimento.

Si tratta di uno dei primi appuntamenti organizzati dalla Fisar a Velletri, ma non mancheranno altre occasioni di conoscenza e scoperta di vini e territori. Oltre che di studio, con il corso di terzo livello già iniziato – che certificherà i primi sommelier professionisti diplomatisi a Velletri – e uno di primo livello che si sta formando. Tutti coloro che fossero interessati ai corsi di sommelier della Fisar Delegazione Roma e Castelli Romani possono telefonare al numero 3398737045 o scrivere un’email a corsopersommelier@gmail.com.

L'aula magna del CRA (Ex Cantina Sperimentale) piena di appassionati

Più informazioni