Attualità

Marino, si sposta al Tar la battaglia contro la chiusura della casa per disabili “Un tetto per la vita”

marino_untettoperlavita

untettoperlavitadi Michela Emili

 E’ la mozione presentata dal consigliere del Pd Sergio Ambrogiani a porre l’accento sulle difficoltà che sta vivendo la casa per disabili “Un tetto per la vita” di Assohandicap, inaugurata a dicembre 2013 per assistere e offrire un futuro dignitoso a tante persone secondo il principio del “Dopo di noi”. La struttura di via Pietro Nenni a Marino, accreditata alla Regione Lazio per 40 ospiti,  si articola in quattro fabbricati, collegati tra loro e privi di barriere architettoniche, con ambulatori, laboratori ricreativi per attività socio sanitarie, un teatro, una cappella e una piscina aperta al pubblico, su un’area di 7 mila metri quadrati data in concessione dal Comune di Marino.

I problemi per la Residenza sanitaria assistita sorgono a luglio di quest’anno, quando un decreto dell’Asl Rm H ha diminuito del 20% i trasferimeni per le RSA di nuova costituzione, mettendo a rischio la gestione della struttura e la permanenza degli assistiti. Il consigliere ha chiesto l’impegno dell’Amministrazione nel costituirsi ad adiuvandum nel ricorso al Tar intrapreso dall’Assohandicap  per l’annullamento del decreto.

Recentemente il Sindaco di Marino Fabio Silvagni ha fatto visita alla struttura insieme agli assessori Arianna Esposito e Tiziana Palozzi per apprezzarne l’attività e il ruolo svolto sul territorio nell’ambito della disabilità, assicurando il proprio sostegno. “Noi ci siamo – ha riferito il primo cittadino, lanciando però anche un messaggio alla Regione Lazio  -. Una presenza e sensibilità che – ha ribadito – alla luce dell’importanza che la struttura riveste nel settore del sostegno alla disabilità, auspichiamo sia sempre condivisa, anche dalle istituzioni sovracomunali».

LA MOZIONE – “…APPRESO CHE

Avverso tale decreto, l’Assohandicap abbia fatto ricorso al Tar per l’annullamento dello stesso;

CONSIDERATO QUINDI CHE

Vi è  un interesse oggettivo dell’Amministrazione Comunale di Marino ad intervenire ad adiuvandum  nel citato giudizio amministrativo, condividendone  le ragioni dedotte e coincidenti con quelle dell’interesse locale, avendo fattivamente partecipato alla realizzazione del progetto con la messa a disposizione del terreno su cui è stata costruita la struttura, e  delle oltre 40  famiglie che usufruiscono dei servizi offerti dalla Casa Residenza;

Tutto ciò premesso

Il Consiglio Comunale

IMPEGNA IL SINDACO A

– Verificare i termini di presentazione del citato ricorso al TAR avverso il Decreto del Commissario ad Acta della Sanità del Lazio che riduce del 20% il budget assegnato alla Casa Residenza “Un tetto per la Vita”;

– Ad intervenire nel citato giudizio amministrativo ad adiuvandum, condividendone le ragioni dedotte e coincidenti con quelle sia dell’interesse locale, avendo fattivamente partecipato alla realizzazione del progetto con la messa a disposizione del terreno su cui è stata costruita la struttura, e sia delle oltre 40 famiglie che usufruiscono dei servizi offerti dalla Casa Residenza che potrebbero essere, almeno alcuni di esse, danneggiate da tale provvedimento.