Quantcast
Monte Porzio e il tabù dello sport: il Comune sospende le attività al centro 'Raniero Colucci' e pensa alla gestione diretta - Castelli Notizie
Attualità

Monte Porzio e il tabù dello sport: il Comune sospende le attività al centro ‘Raniero Colucci’ e pensa alla gestione diretta

campo sportivo monte porzio

di Michela Emili

La questione tra Comune di Monte Porzio e l’inadempiente Fortitudo Monteporzio per la gestione del centro sportivo ‘Raniero Colucci’ è giunta alla battute finali. Da ieri l’Amministrazione comunale, riuscendo nell’intento dopo che lo scorso 29 dicembre si è vista sbarrare le porte dagli ormai ex gestori (LEGGI), ha imposto lo stop di ogni attività sportiva. Lo stallo dovuto al mancato pagamento delle utenze da parte della società, che invece vanta la realizzazione di interventi straordinari di adeguamento del centro, si è risolta con la linea dura. Ragazzi a casa dunque fino a data da destinarsi, ma il consigliere delegato allo Sport Fabrizio Fiorelli, dai banchi del Consiglio comunale svoltosi ieri pomeriggio, promette che la riapertura avverrà a breve.

Una scelta, quella di interrompere le attività sportive – dice Fiorelli – necessaria per giungere a definitiva risoluzione del contratto con la Asd Fortitudo e per iniziare, fino a giugno 2015, una gestione diretta da parte del Comune, che permetta a tutte le società sportive del territorio (oltre alla Fortitudo anche gli Sharks e la Asd Monte Porzio) di fare attività, corrispondendo un prezzo orario che contempla la gestione ordinaria e straordinaria degli impianti“.

Sei mesi che, sempre a detta del consigliere, saranno il banco di prova per arrivare a luglio e bandire una nuova gara di affidamento, insieme alla Provincia di Roma – proprietaria del Palazzetto dello Sport -, basata su criteri totalmente diversi rispetto alle fallimentari gestioni fino ad oggi succedutesi a Monte Porzio. Primo fra tutti la suddivisione degli impianti all’interno del Colucci: il palazzetto, il pallone e la più piccola palestra.

Si poteva trovare una soluzione transitoria per garantire continuità alle attività sportive già in corso, senza interrompere un importante servizio alla cittadinanza” ha dichiarato durante l’assise il consigliere di minoranza Luciano Gori, sottolineando la mancata accettazione della richiesta di rateizzazione del debito accumulato da parte della Fortitudo.

Duro l’intervento del sindaco Emanuele Pucci sulla diatriba ancora in corso con la società sportiva vincitrice del bando di gestione del Colucci a gennaio 2014, che ricalca i contenziosi e i crediti tuttora in essere con le passate gestioni. “Non si può pensare di non pagare le utenze in vista di una compensazione dei lavori realizzati, per cui, per giunta, non vi è alcuna traccia di ufficialità“.

Se non avessimo trovato ostacoli a dicembre, avremmo chiuso il centro durante le festività natalizie, senza compromettere le attività – ha chiarito ancora Fiorelli -. Ora il nostro impegno è riaprire al più presto, ma pochi giorni di chiusura non sono nulla in confronto al grande vantaggio che ne trarrà tutta la cittadinanza“.