Quantcast
Frascati, Fiasco (FI) sugli immobili comunali: 'Inaccettabili canoni di 7 euro al mese' - Castelli Notizie
POLITICA

Frascati, Fiasco (FI) sugli immobili comunali: ‘Inaccettabili canoni di 7 euro al mese’

contributo-alloggiativo
 canoniIl consigliere comunale di Forza Italia di Frascati, Mirko Fiasco, incalza nuovamente la maggioranza sulla vicenda degli immobili comunali con una nuova mozione che impegno la commissione Patrimonio ad effettuare una ricognizione dei beni della città di Frascati.
“Più volte ho affermato che nella città di Frascati c’è una vera e propria “Affittopoli”. L’Amministrazione Spalletta è equivalente all’Amministrazione di Roma, guidata dal Sindaco Ignazio Marino con lo scandalo Affittopoli.

  

Visionando gli atti richiesti sugli Immobili comunali, occorre effettuare delle riflessioni sulla gestione del nostro patrimonio. Vantiamo circa 454 Immobili, un patrimonio notevole e redditizio se fosse attuata una vera e propria ricognizione.
 
 Purtroppo da quanto emerge, si nota l’incapacità politica dell’Assessore Damiano Morelli, il quale è al suo terzo mandato da amministratore e di fatto sta legittimando la disuguaglianza sociale nel nostro Comune.
 
Visionare canoni di locazione a 7€ al mese nell’anno 2015, è una sconfitta per un’intera collettività quando ci sono giovani che non possono accedere a mutui bancari. Visionare canoni di locazione di immobili comunali per uso commericiale, a 100€ al mese al centro di Frascati è un’altra sconfitta per la città.
 
Gli unici due immobili ad uso commerciale, che pagano un canone di € 6.000 al mese, i quali con umiltà hanno chiesto di rivedere i canoni di locazione in tempi di crisi, non hanno ricevuto nessuna risposta dall’Assessore Morelli.
 
Resto basito dall’Assessore Morelli, il quale vantava anni di militanza in Rifondazione Comunista e per la loro idea, il concetto di uguaglianza sociale era un caposaldo. Ad oggi Morelli è divenuto un uomo che segue un Sindaco voluto dalle lobby e di fatto legittima la disuguaglianza sociale.
 
Se Morelli, avesse un minimo di orgoglio si dimetterebbe ed ammetterebbe,  insieme agli Amministratori del centro- sinistra che in questi anni hanno guidato la città di Frascati, che non hanno mai effettuato una vera e propria ricognizione del patrimonio”.