Attualità

Con ‘Mr Pack’ la plastica diventa una risorsa: continua la rivoluzione verde di Albano

macchina mangia plastica albano

macchina mangia plastica albano 1 di Michela Emili

“Mr Pack” è la nuova macchina mangia plastica installata in piazza Zampetti ad Albano che mira a trasformare i rifiuti in risorsa. Stamane il sindaco Nicola Marini, insieme al consigliere delegato ai Rifiuti Luca Andreassi e all’Amministratore delegato di Volsca Ambiente, che gestisce il servizio di raccolta differenziata, hanno dato avvio  a questo nuovo progetto che altro non è che uno dei tanti che l’Amministrazione albanense sta portando avanti per una gestione virtuosa dei rifiuti.macchina mangia plastica albano 3

“Mr Pack” permette ai cittadini di depositare bottiglie in plastica, non accartocciate, ed accumulare eco punti. Uno sportello si apre non appena viene inserita la propria tessera sanitaria e, una volta letto il codice a barre del contenitore in plastica, la macchina lo ingloba ed assegna un punto.

 “Una soluzione innovativa che non trova eguali nelle vicinanze se non nel nord Italia – ha spiegato il primo cittadino –. Questa non è che una prima installazione, cui seguiranno altre tre a Pavona, a Cecchina e ancora nel centro cittadino, in piazza Silvestri”.

macchina mangia plastica albano 4Sul fronte delle innovazioni i progetti non sono finiti. “Nel centro storico – aggiunge Marini – dove, per conformazione e dislocazione delle abitazioni abbiamo maggiori criticità, installeremo dei contenitori a scomparsa, che prevedono in superficie solo la colonnina per accedere al servizio”.

I punti accumulati presso la casa della plastica ma anche all’ecocentro, potranno per ora essere convertiti in buoni spesa presso i punti vendita che hanno aderito al progetto, in seguito potranno essere convertiti anche in sgravi sulla Tari. “Abbiamo in programma degli incontri con i commercianti per aumentare le adesioni e stabilire per ognuno le modalità dei buoni sconto – spiega Andreassi -. Con il prossimo bilancio, invece, se saremo rieletti, gli ecopunti accumulati potranno tradursi in un risparmio direttamente in bolletta.

Questo, secondo noi, è il miglior incentivo per sensibilizzare ulteriormente la cittadinanza e raggiungere livelli di differenziazione dei rifiuti sempre più virtuosi”.