Quantcast
Olimpiadi 2024 - Montezemolo risponde ai sindaci di Rocca di Papa e Castel Gandolfo che chiedono il ritorno dei Giochi - Castelli Notizie
Attualità

Olimpiadi 2024 – Montezemolo risponde ai sindaci di Rocca di Papa e Castel Gandolfo che chiedono il ritorno dei Giochi

Luca_Cordero_di_Montezemolo

Luca_Cordero_di_MontezemoloNon si è fatto attendere Luca Cordero di Montezemolo, presidente del Comitato olimpico per Roma 2024, interpellato dai sindaci dei due Comuni castellani – Pasquale Boccia di Rocca di Papa e Milvia Monachesi di Castel Gandolfo -, che dopo la candidatura ufficiale della città di Roma, sperano di rivivere  ancora una volta l’esperienza olimpica.

Nel 1960, infatti, le gare di equitazione si svolsero presso il Centro equestre dei Pratoni del Vivaro a Rocca di Papa, mentre quelle di canottaggio ebbero luogo sulle acque del lago Albano di Castel Gandolfo. Fatto oggetto anche di una mozione al Consiglio metropolitano di Roma Capitale, promossa dallo stesso sindaco Boccia, anche capogruppo metropolitano del Pd, i due primi cittadini, ognuno per il proprio Comune, hanno voluto chiedere un incontro a Montezemolo per sostenere e rilanciare la vocazione olimpica del proprio territorio.

Ebbene,in maniera solerte, è giunta la puntuale risposta del Presidente del Comitato Promotore dei Giochi Olimpici di Roma 2024: “Caro sindaco – scrive Montezemolo – vorrei innanzitutto dirle che sono molto lieto di poter contare sul suo sostegno e supporto al progetto di candidatura olimpica di Roma 2024 e per questo la ringrazio. Candidare il proprio territorio quale luogo dove ospitare gare olimpiche è una base importante su cui poter contare per mettere a punto un progetto condiviso e procedere insieme nei prossimi mesi nella sfida di portare a Roma i giochi olimpici e paraolimpici del 2024”.

Secondo Montezemolo, i punti di forza su cui poggia la candidatura dell’Urbe Eterna “sono costituiti dalla grande bellezza di cui gode il nostro paese e dalla possibilità di poter usufruire di impianti già esistenti cosi come richiesto dalle linee guida del Cio, indicate nell’agenda olimpica 2020. “Per questo motivo – continua il presidente – il comitato Roma 2024 con la collaborazione del Coni e delle federazioni sportive nazionali e internazionali sta facendo un grande lavoro nel cercare di individuare dei siti che corrispondano ai criteri sovra esposti”.

Un principio già sottolineato dagli stessi Monachesi e Boccia a Luca Cordero di Montezemolo nei documenti inviatigli qualche giorno fa, in cui, avanzando la candidatura del Lago Albano e del Centro equestre, viene proposta la riqualificazione delle strutture olimpiche di Roma ’60, ad oggi in disuso. 

Montezemolo conclude la missiva:“Sarà dunque mia cura delegare un membro del comitato al fine di concordare con lei un incontro in cui discutere della candidatura di Roma e del suo territorio”.