Quantcast
Genzano - Libanori tuona contro Gabbarini e il Pd: 'Partito spaccato, basta con i volti di sempre' - Castelli Notizie
POLITICA

Genzano – Libanori tuona contro Gabbarini e il Pd: ‘Partito spaccato, basta con i volti di sempre’

Giovanni_Libanori
L'esponente dell'Udc Giovanni Libanori, che ha invitato il Sindaco Cianfanelli a dimettersi

L’esponente dell’Udc Giovanni Libanori, che ha invitato il Sindaco Cianfanelli a dimettersi

Archiviato l’esito delle consultazioni primarie il centrodestra continua a tessere la sua trama in vista delle prossime elezioni amministrative. Per una compagine che in Consiglio conta solo due membri all’opposizione, Arnaldo Melaranci e Fabio Papalia – su quest’ultimo potrebbe esserci a breve l’ufficialità della candidatura -, poche sono le voci che si elevano a contrasto della presente maggioranza. A rompere le righe e a inggaggiare una dura invettiva contro il sindaco Flavio Gabbarini e l’ipotesi della continuità del suo mandato, è Giovanni Libanori, il responsabile per i Castelli romani dei Conservatori e Riformisti di Raffaele Fitto.

“Con le primarie abbiamo potuto constatare che c’è un Pd ancora spaccato in quattro – ha detto Libanori -, in cui la vecchia nomenclatura ha cercato di dare le carte ma non ci è riuscita, lasciando il posto ad un democristiano. A Flavio va sicuramente il merito di aver fatto piazza pulita, anche con l’appoggio del clero, a noi il compito di porre fine ad una politica che ha portato Genzano allo sfacelo di oggi, perdendo occasioni di rilancio e di crescita determinanti, e al succedersi al governo degli stessi volti di sempre, che di tanto in tanto si divertono a cambiare casacca senza curarsi delle esigenze dei cittadini”.

Duro il commento del fittiano Libanori, che guarda alle prossime amministrative puntando su una coalizione che mira ad essere il più ampia e condivisa possibile, e confidando su una tradizione “rossa” che è stata pian piano tradita dagli ultimi accadimenti politici. “La gestione amministrativa di Gabbarini è stata fallimentare – sentenzia ancora Libanori -, dalla viabilità alla sicurezza, per non parlare delle scuole e la gestione delle frazioni, per questo va assolutamente contrastato con un’alternativa seria e di qualità”.

“Sul nostro candidato convergeranno sicuramente tutte le formazioni e liste civiche, che vanno da destra a sinistra, con cui stiamo intrattenendo rapporti – conclude Libanori –  col deciso impegno di rappresentare un nuovo inizio per Genzano”.

 

M.E.