Attualità

Genzano – Ufficiale: ‘doppia’ Infiorata il 29 e 30 maggio

infiorata2

 

infiorata2Era ormai nell’aria, ma ora sulla data dell’edizione 2016 della storica Infiorata genzanese c’è anche il crisma dell’ufficialità. Lo storico tappeto floreale di via Livia (oggi via Belardi) si mostrerà agli occhi delle migliaia di appassionati che ogni anno giungo ai Castelli per ammirarlo nella due giorni di domenica 29 e lunedì 30 maggio. Dopo l’ufficializzazione del Ministero, che ha fissato per domenica 5 giugno le consultazioni elettorali, che vedranno Genzano impegnata in prima linea per il rinnovo del consiglio comunale, a cascata si è deciso di anticipare a fine maggio l’evento per eccellenza della Città dell’Infiorata. A comunicarlo, in apertura del consiglio comunale di giovedì pomeriggio, è stato il sindaco Flavio Gabbarini, che ha ricordato come la data coinciderà proprio con la festa del Corpus Domini, cui l’Infiorata è strettamente legata. “In caso di ballottaggio – ha premesso il Primo cittadino – non avremmo avuto a disposizione neppure la domenica del 19 e tutto sarebbe slittato al 26 giugno, ormai in estate, in una data che non sarebbe stato affatto agevole anche in termini di procacciamento e salvaguardia dei fiori”. Nessun accenno, invece all’ipotesi del 12 giugno, che per alcuni poteva essere più congeniale per non intralciare con la campagna elettorale, che proprio nel weekend di fine maggio entrerà nel vivo. 

Per l’occasione anche l’Infiorata dei Ragazzi, che da tradizione si tiene ogni 2 giugno in via Bruno Buozzi, verrà inglobata con quella di via Italo Belardi, per un’edizione dell’Infiorata che sarà dunque storica. Nel frattempo presso il Museo Palazzo Braschi di Roma è possibile ammirare anche l’opera “Antoine Jean-Baptiste Thomas e il popolo di Roma (1817- 1818)”, che ritrae la Tradizionale Infiorata di Genzano di Roma del 1817. Promossa da Roma Capitale – Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali, la mostra, che sarà visitabile fino all’11 settembre, presenta allo spettatore le tavole che compongono il volume Un an à Rome et dans ses environs”, oltre ad una selezione di disegni originali dello stesso autore. Le opere raffigurano le scene quotidiane della Roma di inizio Ottocento che il pittore Antoine Jean-Baptiste Thomas ebbe modo di vedere durante il suo soggiorno romano avvenuto tra il 1816 e il 1818 in qualità di vincitore del Prix de Rome” dell’Accademia di Francia.