Genzano – Patrizia Mancini presenta la sua squadra: ‘Genzano è spenta, riaccendiamola insieme’

patrizia mancini

patrizia manciniPatrizia Mancini, assessore dimissionario dell’attuale giunta Gabbarini, porta la sua squadra all’attenzione pubblica e lancia il motto “Riaccendiamo Genzano”. Otto uomini e otto donne, tra cui altrettanti giovani, sono i candidati che compongono la lista “Genzano possibile” e che ieri, nel giardino del ristorante “Casina delle rose” hanno sfilato uno ad uno al microfono presentando il proprio trascorso e il proprio sogno per la città.

L’obiettivo della compagine, costola della maggioranza ad oggi al governo, è quello di “riaccendere Genzano”. “Pensiamo – ha esordito la candidata Mancini –  che il nostro paese, pur vivace, che vanta un patrimonio archeologico e culturale invidiabile, sia in realtà spento”.

“Noi abbiamo una visione di sviluppo futuro di Genzano che è quella che è mancata in questi ultimi 15 anni” ha continuato facendo poi riferimento alla sua attività amministrativa e alla Giunta Gabbarini che ha scelto di abbandonare qualche mese fa, candidandosi alle elezioni amministrative del 5 giugno.presentazione mancini 2

“Molto è stato fatto, non lo nego, e soprattutto abbiamo resistito ai poteri forti, non lasciando contaminare il territorio di Genzano. Quando cinque anni fa facemmo la nostra campagna elettorale non chiedemmo nulla a nessuno, non avevamo appoggi dai partiti nazionali, perchè chiunque vieni qui poi pretende qualcosa in cambio. Io ho creduto in quel progetto e ci credo ancora. E allora non possiamo accettare di essere tornati nuovamente in quella logica – ha sottolineato Patrizia in riferimento alla scelta di svestire i panni del civismo e rientrare nel Pd -. Noi dobbiamo combattere questo modo di fare politica”.

“Vogliamo imprimere un cambiamento, parlare con  gli studenti, i giovani, i commercianti, e fargli tornare il senso di appartenenza a questa comunità, elemento imprescindibile per uscire dalla tristezza e dall’opacità in cui Genzano è piombata”.

presentazione mancini

Tanti i temi toccati dalla candidata, che costituiscono la base del programma elettorale con cui la lista “Genzano possibile” si presenta alla città. Da villa Lusi, che deve necessariamente tornare alla comunità genzanese, al progetto di housing sociale per dare risposte alle emergenze abitative, alla conversione dell’area artigianale in area di servizi, all’accoglienza degli immigrati e alla laicità del Comune in merito alla necessità di istituire l’albo delle unioni civili, già proposto ma messo poi da parte. “Dobbiamo tornare ad essere un paese all’avanguardia – ha aggiunto ancora Mancini – perchè ci sono tante associazioni e cittadini che ci tengono a questo aspetto, e noi non possiamo tirarci indietro”.

Non ultimo il riferimento all’unica donna presente nella schiera di candidati genzanesi, tutti uomini, coinvolti nella competizione elettorale.

Michela Emili