Quantcast
Genzano - Sulla 'Buca' Enzo Ercolani bacchetta Gabbarini: 'Diciamo la verità ai cittadini' - Castelli Notizie
POLITICA

Genzano – Sulla ‘Buca’ Enzo Ercolani bacchetta Gabbarini: ‘Diciamo la verità ai cittadini’

enzo ercolani

enzo ercolaniLe ultime dichiarazioni del sindaco di Genzano, Flavio Gabbarni, in occasione dell’inaugurazione del nuovo parcheggio di via C.A. Dalla Chiesa hanno spinto l’ex sindaco Enzo Ercolani,  chiamato indirettamente in causa – pur sottolineando di non avere intenti polemici -, a fare delle precisazioni.

“Il primo cittadino ha dichiarato di aver messo fine alle chiacchiere degli anni passati e di aver dato una svolta concreta alla situazione – ha riferito Ercolani, che figurava tra gli sfidanti alle primarie -, ma tutti noi sappiamo che non vi era un progetto faraonico su quell’area (definita poi “Buca”) e che non è stato possibile avviare il cantiere a causa dei pesanti vincoli del patto di stabilità”.

L’area di sosta tra la tangenziale e via Fratelli Rosselli ha una lunga storia, che risale alla precedente amministrazione, con la quale si era iniziato a valutare la possibilità della realizzazione di un multipiano in project financing con soggetti privati. Fu poi con il sindaco Gabbarini, nel 2012, che il parcheggio ottenne il finanziamento da parte dell’allora Provincia, ma a tutt’oggi fermo.park dalla chiesa 3

“Ci sono state delle inesattezze nelle dichiarazioni di Gabbarini – ha continuato Ercolani -. Io ho perso le primarie e da uomo di partito lo sostengo e spero che vinca le prossime elezioni, ma ai cittadini va detta la verità. Tirare continuamente in ballo la vecchia amministrazione non gli porterà nulla perché i suoi sfidanti sono ben altri”. Ercolani ha voluto rimarcare la bontà di quel progetto e la convenzione stipulata con l’attuale Città Metropolitana, che lo stesso Gabbarini ha continuato a sostenere, salvo poi tamponare la situazione con una veloce sistemazione dell’area dato i protrarsi dell’immobilismo.

“Il progetto non è stato accantonato ed ha la sua ratio – conclude Ercolani -. Non ho intenti polemici ma forse bisognerebbe ricordare con più onestà la paternità di certi progetti che oggi stanno dando i loro frutti, come ad esempio i lavori di ristrutturazione di Palazzo Sforza Cesarini ed altri”.

commenta