Quantcast
Velletri - Contrasto all'abusivismo, al Tribunale nuovo sit-in in difesa del diritto alla casa - Castelli Notizie
Attualità

Velletri – Contrasto all’abusivismo, al Tribunale nuovo sit-in in difesa del diritto alla casa

se-demolite

equi-dirittiMercoledì 12 ottobre in piazza Giovanni Falcone  alle ore 9, nelle adiacenze del Tribunale di Velletri, il Comitato Pro-Case sarà in piazza per sensibilizzare istituzioni ed opinione pubblica, sul tema delle acquisizioni, delle demolizioni e delle negligenze delle pubbliche Amministrazioni. Parteciperà all’evento il comitato “Equi Diritti” che da sempre condivide la medesima battaglia.

“La legge è uguale per tutti” e nella simbolica sede – si legge in un comunicato dello stesso Comitato Pro-Case – chiederemo conto, dei denari indebitamente percepiti a titolo di sanatoria dagli enti locali. Chiederemo conto delle negligenze di enti locali nel predisporre nuovi piani regolatori ad oltre 40 anni dall’adozione degli attuali, sebbene a fronte di una popolazione residente più che triplicata. Chiederemo conto del mancato (o scorretto) impiego delle centinaia e centinaia di migliaia di euro di fondi regionali, erogati allo scopo di predisporre “piani di recupero” degli insediamenti sorti spontaneamente, incamerati (ed in qualche caso malversati) dalle amministrazioni coinvolte, senza aver in nessun caso prodotto risultato alcuno”.

“Chiederemo conto dei danni contabili, in cui i cittadini si vedono costretti con i loro tributi a “finanziare” spese di giudizio nei confronti di altri cittadini, mentre la propria amministrazione deve in qualche caso sopprimere servizi essenziali (come il servizio scuolabus) per mancanza di fondi. Chiederemo conto delle migliaia e migliaia di domande di sanatoria presentate ai vari uffici tecnici, “sospese” in una sorta di “limbo” in cui nessuno sembra voler fare chiarezza. All’evento, verranno invitate tutte le testate giornalistiche, al fine di affrontare un tema, che potrebbe entro breve riguardare centinaia di migliaia di famiglie in tutta Italia. Partecipate tutti – concludono dal Comitato Pro-Case – combattendo “personalmente”, all’interno delle regole democratiche, questa battaglia”.