Quantcast
Lariano - Il Comune si attiva per il Piano di Protezione civile. Il Sindaco: “Ci stiamo lavorando” - Castelli Notizie
Attualità

Lariano – Il Comune si attiva per il Piano di Protezione civile. Il Sindaco: “Ci stiamo lavorando”

UN MOMENTO DELLA SEDUTA CONSILIARE- L'INTERVENTO DEL SINDACO DI LARIANO MAURIZIO CALICIOTTI (1)

UN MOMENTO DELLA SEDUTA CONSILIARE- L'INTERVENTO DEL SINDACO DI LARIANO MAURIZIO CALICIOTTI (1)Dopo la convergenza del Consiglio comunale sulla questione della sicurezza nelle scuole del territorio di Lariano, e più in generale di tutti gli edifici pubblici, che aveva portato nel corso dell’ultimo Consiglio comunale all’approvazione di un ordine del giorno congiunto sulla necessità di verificare la tenuta strutturale degli edifici e di reperire i finanziamenti necessari per la messa a norma, l’assise larianese è passata a discutere anche del Piano di Protezione civile. Ancora una volta l’argomento è stato introdotto dall’interrogazione dei consiglieri Gianluca Casagrande Raffi e Paolo Ficcardi, mentre in precedenza Roberto Candidi, de “Il Coraggio di Cambiare” aveva denunciato l’assenza di un Piano per la prevenzione dei rischi e per le operazioni di emergenza.

Il Piano di emergenza è l’insieme delle procedure operative di intervento per fronteggiare una qualsiasi calamità in un determinato territorio, ed è lo strumento che consente alle autorità di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni in un’area a rischio, nonché di mantenere un livello di vita “civile” in una situazione che comporta gravi disagi fisici e psicologici. Mediante l’interrogazione i due consiglieri di minoranza hanno evidenziato la necessità di dotare la città del Piano di Protezione civile, anche alla luce del terremoto che ha distrutto i Comuni dell’Alto Lazio. Sulla questione è intervenuto il sindaco Maurizio Caliciotti, che ha ringraziato i proponenti per aver posto all’attenzione dell’assise la delicata tematica che tiene alto il livello di attenzione dopo gli eventi calamitosi che hanno colpito recentemente il Centro Italia.

“Dobbiamo dire che non siamo all’anno zero – ha commentato Caliciotti -. Esiste una delibera del Commissario Prefettizio del 2012 inerente l’approvazione di un Piano di Emergenza Comunale e una successiva per l’approvazione del regolamento. Questo piano di emergenza comunale non è stato attuato e ciò non doveva accadere, pero c’è anche da dire che nel 2005 doveva essere realizzata una diagnosi sismica di tutti gli edifici e non fu fatta. Noi come Amministrazione – ha continuato il Sindaco – non siamo stati fermi. Abbiamo lavorato e realizzato una microzonazione sismica del territorio ed avevamo stanziato 6 mila euro per l’aggiornamento del Piano. Inoltre in merito al Piano ho avuto già colloqui sia con il Comandante della Polizia Locale Alessandro Cartelli che con il responsabile della Protezione civile della Regione Lazio ingegner Tornatore, e quest’ultimo mi aveva assicurato la collaborazione anche in termini di personale per l’aggiornamento del Piano di protezione civile.  Dalla Regione Lazio proprio in questo periodo arriva l’importante notizia dello stanziamento di fondi ai Comuni per l’aggiornamento dei Piani di protezione civile. La mia rassicurazione è che si sta provvedendo, un lavoro di base è stato fatto. Dobbiamo sicuramente alzare il livello di guardia, lavorare per dotare la nostra città di un Piano aggiornato di Protezione Civile, renderlo operativo e pubblicarlo”.