Quantcast
Pallanuoto - La F&D H2O Domus Pinsa batte il Catania e conferma il 1° posto - Castelli Notizie
SPORT

Pallanuoto – La F&D H2O Domus Pinsa batte il Catania e conferma il 1° posto

fhd domus

 

Cristina Turchi

F&D Fortitudo DOMUS PINSA – Guinness Catania  13 – 7 ( 1-0, 1-2, 7-2, 4-3)

F&D Fortitudo Domus Pinsa: Minopoli, Maggiore, Sathitanon 1, De Marchis, Zenobi 1, Rosini, Antonacci 4, Clementi 3, Passaretta, Ercoli, Turchi 2, Bagaglini, Mordacchini 1. All. Di Zazzo.

Guinness Catania: Mirabella M.G., Di Stefano, Amedeo 1, Bucisca 1, Guarino, Privitera 1, Mirabella F., Strano 1, Gallo 2, Ciancio 1, Borrello, Maimone. All. Vinciguerra

Di fronte ad una tribuna gremita di spettatori, è andata in scena una partita non di certo semplice per la capolista, ma alla fine è arrivata una vittoria che mantiene intatta l’imbattibilità delle veliterne e lascia al giro di boa la squadra di mister Di Zazzo al primo posto.

Proprio il tecnico, avvicinato a fine gara, ha commentato così il match: “Nei primi due tempi abbiamo sbagliato l’impossibile, tirando e sbagliando troppo. Nel terzo tempo, invece, siamo partiti forte e abbiamo portato il parziale sul 7-2. L’ultimo tempo c’è stato un calo, poiché ci siamo adagiate, anche se siamo riuscite a chiudere con una rete di vantaggio sul 4 a 3”. Il finale di 13-7, comunque, non può che lasciare soddisfatta la squadra e lo staff tecnico. Le prime due frazioni hanno visto numerosi legni colpiti, la porta della Guinnes Catania appariva stregata anche se le siciliane non sono state a guardare e hanno dato filo da torcere alle padrone di casa, colpendo a loro volta una traversa. Nel primo tempo, finito 1-0, è stata la rete di Sathitanon a sbloccare il risultato, mentre nel secondo alla marcatura di Clementi hanno risposto le ragazze ospiti pareggiando i conti nel punteggio totale con Amedeo e Privitera. I sette gol del terzo tempo hanno rappresentato la svolta della partita, al cospetto dei soli due subiti: sono andate a segno Strano e Ciancio per la Guinnes, Antonacci, Clementi due volte, Turchi due volte, Bagaglini e Mordacchini per la F&D H2O. La gestione del vantaggio è tutto sommato riuscita bene, seppur con l’invito di mister Di Zazzo a migliorare e rischiare meno, e così nell’ultimo quarto la tripletta di Antonacci e il gol di Zenobi hanno messo al riparo la vittoria dagli assalti di un ostico Catania, che ha ci ha provato fino all’ultimo e ha segnato tre volte con Gallo (doppietta) e Bucisca. Il 13-7 finale, comunque lascia un messaggio chiaro al girone Sud del campionato di Serie A2: la squadra di Velletri non è più una meteora, ha rafforzato la propria leadership e le proprie certezze ed è pronta a dare battaglia anche nel girone di ritorno. La Piscina Tortuga, dopo l’ultima vittoria di un ruolino di marcia che recita otto successi e un pareggio, resta inviolata.