Quantcast
Ballottaggio, Frascati e Grottaferrata chiamate al voto contro l'altissima astensione - Castelli Notizie
POLITICA

Ballottaggio, Frascati e Grottaferrata chiamate al voto contro l’altissima astensione

ballottaggio

Domani, domenica 25 giugno, è il giorno del ballottaggio, il giorno in cui i Comuni di Frascati e Grottaferrata, gli unici due al voto ai Castelli romani col doppio turno, usciranno definitivamente dalla fase commissariale per iniziare un nuovo corso democratico col nuovo sindaco decretato dalle urne.

Un dato su tutti, in entrambi i Comuni andati anticipatamente al voto a seguito della caduta dei due governi – Spalletta a Frascati e Fontana a Grottaferrata -, è stata l’astensione degli elettori. I cittadini si sono disinteressati delle dinamiche elettorali, disertando i seggi, in percentuali assai più alte rispetto alle precedenti votazioni. Nella città dell’Abbazia il dato definitivo dell’affluenza alle chiusura dei seggi, dove gli aventi diritto hanno scelto tra ben sette candidati alla carica di sindaco, si è attestata sul 54,70%, su percentuali dunque nettamente inferiori al 71,22% del 2014. Non è andata meglio a Frascati, dove gli elettori al voto, sulla cui scheda erano presenti cinque contendenti, sono stati il 59,78%, mentre solo nel 2014 a votare fu il 72,69%. A conti fatti, dunque, anche senza attendere il responso del ballottaggio di domani, la vittoria inconfutabile va agli astenuti, e la sfida maggiore per i due contendenti in lizza in Un aspetto non di poco conto, di cui certamente i prossimi sindaci dei due importanti Comuni castellani di area tuscolana, non potranno non tenerne conto.
entrambi i Comuni sarà quella di portare il maggior numero di persone al voto.

A Grottaferrata è sfida tra Luciano Andreotti e Stefano Bertuzzi

Il margine tra i primi due candidati a sindaco che si sfideranno al secondo turno di votazioni è assai labile, quasi paradossale, visto che si parla di solo un voto di scarto. Il candidato Stefano Bertuzzi, sostenuto dal Pd, Lista civica con Bertuzzi per Grottaferrata e Unione di Centro alternativa Popolare, ha ottenuto 1930 voti, per una percentuale di 22,33%. A stretto giro lo sfidante Luciano Andreotti, che dalla sua parte aveva la lista civica Luciano Andreotti Sindaco, la lista civica “Con Voi”, “Prima Grottaferrata” e “Il Faro”, ha ottenuto 1929 voti, per 22,32%. In terza posizione si è attestata, con un risultato forse insperato, Rita Consoli, con 1589 voti e il 18,39%. Il candidato del Movimento 5 stelle Maurizio Scardecchia ha ottenuto il 16,06%, per un totale di 1388 voti. In quinta posizione Gianluca Paolucci, che con il 12,34% si è portato a casa 1.067 voti. Agli ultimi posti si sono posizionati Moira Masi, candidata del centro-destra che ha ottenuto il 6,23 % per totale di 539 voti, e infine Paolo Campanile di Casapound Italia con il 2,29% e 198 voti.

LA FORMAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NEI DUE CASI DI VITTORIA

STEFANO BERTUZZI VINCENTE
Per la maggioranza
Partito democratico: Fabrizio Mari 183 voti, Paola Franzoso 162, Gabriele Papi 157, Alvise Roscini 136, Gianfilippo Coromaldi 120, Maria Grazia Coluccini 119, Roberta D’Eramo 116
“Con Bertuzzi per Grottaferrata”: Renzo Pigliacelli 46 voti, Vincenzo Mucciaccio 44 e Carla Pisani 33
Per la minoranza
Luciano Andreotti, Federico Pompili 169 voti
Movimento 5 stelle: Maurizio Scardecchia e Piero Famiglietti 92 voti
Gianluca Paolucci
Rita Consoli
LUCIANO ANDREOTTI VINCENTE
Per la maggioranza 
“Andreotti sindaco”: Federico Pompili 169, Luciano Vergati 108, Nicola De Bernardini 85, Giuseppina Pepe 76, Veronica Pavani 56 e Francesca Rocchi 55
“Con Voi”: Marco Bosso 169 e Francesca Maria Passini 128
“Prima Grottaferrata”: Alessandro Cocco 87
“Il Faro”: Marina Scopesi 63
Per la minoranza
Stefano Bertuzzi, Fabrizio Mari 183 
Movimento 5 stelle: Maurizio Scardecchia, Piero Famiglietti
Gianluca Paolucci
Rita Consoli

A Frascati la sfida è tra Roberto Mastrosanti e Raffaele Pagnozzi

Al temine di un tribolato scrutinio, che ha interessato alcune sezioni della città di Frascati, il responso delle urne ha ufficializzato il ballottaggio tra il candidato Raffaele Pagnozzi, sostenuto dal Partito Democratico, lista civica “…E ora Frascati”, Fare per Frascati”, “Frascati in Comune” e Centro democratico, che ha ottenuto 3.076 voti per una percentuale del 35,94%, e Roberto Mastrosanti, ex consigliere comunale di opposizione, che aveva dalla sua cinque liste civiche: “Insieme per Mastrosanti”, “Mastrosanti Sindaco”, “Prima Frascati”, “Coalizione civica Frascati” e “Progetto Frascati”, che ha ottenuto 3.181 voti per una percentuale del 30,85. In terza posizione si è attestata Lucia Santoro, del Movimento 5 Stelle, con 17,43 % e 1.798 voti, quarta e deludente posizione invece per Mirko Fiasco con il 12,69% e 1.309 voti. Ultimo l’ex sindaco Alessandro Spalletta per 3,06% e 316 voti in totale, che rimane fuori dunque dall’assise.

LA FORMAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NEI DUE CASI DI VITTORIA

RAFFAELE PAGNOZZI VINCENTE
Per la maggioranza
Partito democratico: Francesca Sbardella 258, Matteo Filipponi 255, Paolo Ciuccoli 129 e Antonella Ratini 127
“…E ora Frascati“: Gianluca Travaglini 125, Sergio Carlini 156 e Claudio Cerroni 155
“Fare per Frascati“: Giuseppe Privitera 149 e Simone Carboni 145
Frascati in Comune”: Stefano Baccani 88
Per la minoranza
Roberto Mastrosanti, Franco D’Uffizi 276 ed Arianna Gori 226
Movimento 5 Stelle: Lucia Santoro, Stefano Ramaccia 122
Mirko Fiasco.

ROBERTO MASTROSANTI VINCENTE
Per la maggioranza
“Insieme per Mastrosanti”: Franco D’Uffizi 276, Paola Gizzi, Matteo Angelantoni e Gelindo Forlini
“Mastrosanti sindaco”: Arianna Gori 226, Roberto Gherardi De Candei 168 e Marco Lonzi 145
“Prima Frascati”: Damiano Cimmino 65
“Coalizione civica”: Marco Magliocchetti 84
“Progetto Frascati”: Mattia Ambrosio 54

Per la minoranza
Raffaele Pagnozzi, Francesca Sbardella 258 e Gianluca Travaglini 125
Movimento 5 Stelle: Lucia Santoro, Stefano Ramaccia 122
Mirko Fiasco