Quantcast
Velletri - (VIDEO) Il Partito Democratico ha ufficializzato la candidatura a Sindaco di Orlando Pocci: 'Sono pronto, per il bene di Velletri' - Castelli Notizie
POLITICA

Velletri – (VIDEO) Il Partito Democratico ha ufficializzato la candidatura a Sindaco di Orlando Pocci: ‘Sono pronto, per il bene di Velletri’

candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
20171229_194313
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri
candidatura Pocci Pd Velletri

Al tramonto del 2017, a 10 anni di distanza da quel dicembre del 2007 che sancì l’affermazione di Fausto Servadio nelle Primarie di coalizione, il Partito Democratico di Velletri, ormai forte di una decennale esperienza amministrativa, quale partito di maggioranza assoluta da ben due lustri, cambia rotta e cala il suo jolly con anticipo, schivando la disputa interna delle Primarie e puntando a vele spiegate sulla candidatura di Orlando Pocci. Sarà proprio il 58enne esponente democratico il cavallo cui il Pd affiderà il compito di ereditare il testimone dal compagno di partito, Fausto Servadio, forzatamente assente nel giorno in cui la sezione di via Guido Nati si è aperta per ufficializzare la candidatura.

A svelare il proprio candidato sindaco è stato il neo segretario piddino, Giorgio Zaccagnini, che ha ribadito con fermezza la compattezza della scelta, evidenziando la disponibilità del Pd ad eventuali Primarie di coalizione, qualora le forze alleate non convergessero unanimemente sulla figura dell’attuale assessore all’Urbanistica.

“Il lavoro svolto in questi 10 anni – ha esordito Zaccagnini – ha restituito alla città la dignità perduta e ci darà credibilità e forza negli impegni che prenderemo e nelle battaglie morali ed etiche che faremo. Ringrazio il Sindaco, Fausto Servadio, assente per impegni personali, che ha tutto il nostro sostegno e noi il suo, e ringrazio tutti coloro che in questi anni si sono spesi per il partito e per l’attività amministrativa. Siamo ad una svolta – ha aggiunto il giovane segretario veliterno – ed io mi sono candidato con un obiettivo ben preciso: essere nel campo del centrosinistra, senza ambiguità e con trasparenza. Nelle scorse settimane abbiamo lanciato la campagna “Velletri in Comune”: 16 temi per 16 aree programmatiche, con la quale approntare tutto quello che in questi anni c’è sfuggito, mettendo in rete idee, progetti e prospettive di ciascuno, così che possano diventare patrimonio comune. Risorse da offrire poi al campo del centrosinistra, con una personalità sulla quale il Pd possa riconoscersi”.

“Orlando è uno di noi – ha aggiunto Giorgio Zaccagnini – ed è la figura che il Pd vuole offrire al centrosinistra ed alla città. E’ il profilo politico in grado di racchiudere onestà, competenza e capacità di ascolto, indispensabili per garantire una prosecuzione del buon governo. Con lui è senz’altro possibile costruire un centrosinistra largo, inclusivo e coeso. L’unità del centrosinistra non può essere solo un sentimento ma va basata su un programma sul quale ciascuno possa riconoscersi e battersi con passione ed entusiasmo. Noi ribadiamo assoluta disponibilità a costruire insieme un progetto ed un programma col quale presentarsi ai cittadini e siamo disponibili alle Primarie qualora vengano concepite come strumento utile a favore la più ampia partecipazione e condivisione”.

Nel suo intervento il vicesindaco Marcello Pontecorvi si è riallacciato alla recente fase congressuale, evidenziando “l’ottimo lavoro svolto in questi mesi, confermato dalle tante persone che vediamo in questa sala. Siamo contenti di come si è svolta la fase congressuale, nella quale abbiamo mostrato il meglio di quanto potevamo aspettarci. Un Congresso vero, basato sul confronto, per creare un progetto credibile. Ripartiamo dalla maggioranza che ha sostenuto le Amministrazioni in questi 10 anni, raccogliendo adesioni con tutti coloro coi quali ci stiamo confrontando per costruire un programma condiviso. In 10 anni abbiamo avuto un sindaco ottimo e una squadra affidabile e siamo riusciti a costruire quanto è sotto gli occhi di tutti i cittadini. Orlando Pocci – ha aggiunto Pontecorvi – è il candidato sindaco che abbiamo condiviso tutti insieme, perché lo apprezziamo e stimiamo, è una persona umana e trasparente, che conosce il territorio. Dobbiamo proseguire con forza sulla strada già iniziata. Sappiamo di poter dare alla città di Velletri anche di più rispetto a quanto fatto fino ad oggi. Abbiamo raggiunto la convergenza nella maniera più corale e serena, con totale convinzione”.

La parola è poi passata alla vicepresidente del consiglio comunale, nonché capogruppo del Pd, Romina Trenta, che si è concentrata sul “senso di responsabilità da sempre dimostrato dal partito nel governo della città e nell’orgoglio per quanto fatto, all’insegna dell’onestà e della trasparenza, i principi cardini che dovrebbero guidarci sempre e comunque. Evidenzio l’ottimo lavoro che si sta facendo all’interno del Consiglio comunale – ha aggiunto Romina Trenta – e guardo ad Orlando Pocci come ad una persona onestà e trasparente, la persona giusta al momento giusto e nel posto giusto”.

In chiusura è toccato proprio al neo candidato Sindaco il proscenio di chi ha potuto spendere le sue prime parole da alfiere del Pd, lui che negli anni ne è stato anche segretario: “Dobbiamo risollevare le sorti della politica e un Congresso come quello che c’è stato recentemente ha portato entusiasmo e voglia di fare. Non so se il ruolo del leader mi si addice – ha dichiarato Pocci – e per natura ho bisogno di confrontarmi con tutti, a partire dai cittadini. 10 anni fa è iniziata una sfida, nella quale abbiamo restituito dignità alla politica, amministrando bene la città. La crisi economica ha inciso e non possiamo negarlo, a partire dall’emorragia delle attività commerciali, ed è per questo che non faremo un programma dei sogni, infarcito di promesse, partendo dal fatto che le risorse andranno spese bene, nell’interesse della collettività, partendo però dal presupposto che andrà fatto di più, a partire dagli investimenti nel sociale.  Personalmente – ha continuato Pocci – ho vissuto in questi 10 anni una bella esperienza, alla guida dell’assessorato all’urbanistica, uno di quelli che nessuno voleva. Sfido a trovare qualcuno, tra i cittadini e i tecnici, che non sia rimasto soddisfatto del modo in cui è stato gestito l’assessorato”.

Quanto ad eventuali lacune di competenze, Pocci è stato schietto: “Non si può pensare di essere preparati su tutto, ma bisogna formarsi e reinventarsi ogni giorno, approfondendo temi ed argomenti, con passione ed impegno. Metterò a disposizione della città il mio tempo, conscio che la sfida non è affatto facile. Ci aspettano 4 mesi di campagna elettorale, che porteremo avanti in maniera semplice, girando per le campagne e la città, raccogliendo le esigenze dei cittadini, consapevoli che nel tempo sono cambiate. Ci confronteremo giorno per giorno, e sono convinto che facendo squadra riusciremo a raggiungere l’obiettivo. La porta è aperta, totalmente, non essendoci neppure la serratura. Sono pronto ad accettare la sfida e mi adopererò a garantire la continuità amministrativa e del buon governo, all’insegna dell’onestà e dell’amore per Velletri”.

Il pomeriggio è poi proseguito col brindisi in vista di un 2018 che sarà certamente denso di impegni e di appuntamenti importanti per chi ha assiepato la sala.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO INTEGRALE DELLA

PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA A SINDACO

DI ORLANDO POCCI (PARTITO DEMOCRATICO)