Quantcast
Velletri - Centro Diurno per disabili adulti, Cristian Simonetti (Fdi) indignato per i tagli alle ore del personale - Castelli Notizie
POLITICA

Velletri – Centro Diurno per disabili adulti, Cristian Simonetti (Fdi) indignato per i tagli alle ore del personale

cristian simonetti

“Quando si pensa che finalmente sia arrivata l’ora di aiutare i ragazzi diversamente abili del Centro Diurno, si presenta come ogni anno la conferma che non è proprio così”.

Trapela amarezza e costernazione nelle parole di Cristian Simonetti, esponente veliterno di Fratelli d’Italia e referente del Dipartimento Politiche sociali di Fdi, al momento di commentare la pubblicazione del nuovo capitolato per l’affidamento della gestione del Centro Diurno, avvenuta nelle scorse settimane. 

Repentino i taglio alle ore degli operatori, tre dei quali passati a 20 ore ed altrettanti a 10, che ha finito per scatenare anche la reazione della Cgil. 

“Dopo molti tagli fatti nel passato – continua Simonetti – speravamo che questa fosse l’occasione per investire nuove risorse sul Centro, per migliorare il servizio ed aumentare l’assistenza ai disabili del Comune di Velletri. Purtroppo l’Amministrazione si è dimostrata per l’ennesima volta indigesta nei confronti del Centro Diurno, confermando che la loro politica non prevede di migliorarlo e potenziarlo, tanto è vero che si è deciso, attraverso questo capitolato, di fare ulteriori tagli sul servizio. Nuovo servizio – evidenzia l’esponente di Fratelli d’Italia – che prevede il dimezzamento delle ore svolte dagli animatori nelle attività di laboratorio e attività esterne. Si è ritenuto non necessario il lavoro da loro portato avanti nella struttura, nonostante da tantissimo tempo lavorino a stretto contatto con i ragazzi. Pazzesco che si voglia fare economia risparmiando sulla professionalità di questi lavoratori e si voglia fare economia risparmiando a discapito di ragazzi che hanno bisogno del massimo sostegno, ma anche dell’amore di chi vive il Centro e che è con loro tutti i giorni, da tantissimo tempo. Il buon funzionamento del Centro Diurno – ribadisce ancora Cristian Simonetti – passa anche dalla conferma degli animatori”. 

Cristian Simonetti

La motivazione data dal Comune è che la struttura ha una capienza di 15 utenti, ma negli ultimi anni gli utenti sono stati di numero inferiore (11) ed anziché riattivare le procedure necessarie per far arrivarne di nuovi si è deciso che fosse il caso di risparmiare. Tutto questo – aggiunge Simonetti stizzito – conferma che abbiamo un’Amministrazione troppo sensibile al bene dei profughi, ma che tuttavia non mostra la stessa sensibilità nei confronti dei disabili, cosa vergognosa. Invito l’assessore ad andare ogni tanto a vedere l’effettiva situazione del Centro, poiché da quando in carica sarà venuta al massimo una volta. Credo inoltre che per avere una struttura con più qualità bisognerebbe garantire un appalto con una durata più lunga, al fine di avere una programmazione che duri più anni, senza dover pensare ogni anno di dover cambiare cooperativa sociale”.

In chiusura il giovane esponente di Fratelli d’Italia si è concentrato sulla contestata ubicazione della struttura: “Chiedo da anni di trovare una struttura che sia più vicina possibile al centro di Velletri, per consentire dei tempi di trasporto più brevi e dare la possibilità ai ragazzi di socializzare con la città. Il Centro Diurno per persone adulte deve garantire qualità ed un ruolo sociale sempre più vivo. Purtroppo l’Amministrazione ha delle grosse responsabilità, presentandosi solo per gli auguri di Natale, ma lasciando sotto l’albero solo precarietà ed inefficienza”.

Più informazioni