Quantcast
Velletri - Proseguono i corsi d'ascolto dell'Accademia di Alto Perfezionamento Musicale 'Roma Castelli': l'ultimo quello con Daniele Mutino. Il 21 il prossimo appuntamento - Castelli Notizie

Velletri – Proseguono i corsi d’ascolto dell’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale ‘Roma Castelli’: l’ultimo quello con Daniele Mutino. Il 21 il prossimo appuntamento

Daniele Mutino

Daniele Mutino sul palco della Casa delle Culture e della Musica

di Maria Lanciotti

Succede a Velletri. Alla Casa delle Culture e della Musica. Una proposta esagerata a cura dell’Accademia di Alto Perfezionamento Musicale “Roma Castelli”. Si stanno svolgendo dallo scorso settembre, con cadenza mensile, tre corsi d’introduzione all’ascolto per i Quaderni di Cultura Musicale che si protrarranno fino al prossimo giugno e che vede impegnati i Maestri Antonio D’Antò (Oggi parliamo di musica a modo mio), Stefano Cataldi (Viaggio nel Jazz) e Daniele Mutino (La Storia cantata dai popoli).

Per evitare l’imbarazzo della scelta si dovrebbe abbracciare tutto, potendo anche fruire delle agevolazioni riservate agli iscritti e comunque avvalendosi delle diverse opzioni.

Solo un cenno all’ultimo incontro con Daniele Mutino (domenica 14 gennaio, in cui si è recuperata una lezione saltata per malanni stagionali): Dal cantastorie al cantautore, la piazza perduta. Un passo indietro, alla rapidissima svolta epocale che cancellò in un amen il mondo contadino tradizionale e con le conquiste scientifiche culturali e tecnologiche cambiò il passo della storia.

Con l’avvento della televisione si svuotarono le piazze e si sfondarono sedie e divani, e si cercò di accantonare la figura del cantastorie che sembrava avere fatto il suo tempo. Manco a dirlo. I più tosti e convinti raccolsero la sfida e portarono il nostro folk in televisione.

Non senza compromessi, ovviamente, ma aspettando comunque il tempo della riscossa: la piazza languiva ma non poteva morire, si doveva resistere e riproporsi a tempo debito. Domenico Modugno e Matteo Salvatore la centralità della lezione, ma trattati anche, per rimandi e accostamenti, Ciccio Busacca e Orazio Strano, Rosa Balistreri, Giovanna Marini e Pier Paolo Pasolini e Nino Racco, fra i più accesi paladini del canto popolare.

Ma fu Modugno a renderlo mondiale, dopo aver valicato i confini trionfando nel 1958 a Sanremo con il suo Nel blu dipinto di blu, per tutti ‘Volare’. Ed è un vero e proprio ripasso del primo Modugno che abilmente compie Daniele Mutino – Cantastorie per tempi moderni, compositore, fisarmonicista e antropologo – anche attraverso l’ascolto di brani poco noti, una fetta di storia che non finisce di commuovere e inorgoglire.

Prossimo appuntamento – sempre per La Storia cantata dai popoliTaranta senza power – Riti musicali di guarigione e fertilità, nella Terra del Rimorso, ieri e oggi.  Domenica 21 gennaio, alle ore 10.45, presso la Casa delle Culture e della Musica in Piazza Trento e Trieste a Velletri.

Info

Associazione Culturale Colle Ionci
Accademia di alto perfezionamento Musicale Roma Castelli
Con il patrocinio della Fondazione di partecipazione Arte e Cultura della Città di Velletri

Più informazioni