Quantcast
Velletri - Rifiuti, i 'Liberi e Uguali' restano soli con la mozione anti Impianto: 'Un fuggi-fuggi generale' - Castelli Notizie
FOCUS

Velletri – Rifiuti, i ‘Liberi e Uguali’ restano soli con la mozione anti Impianto: ‘Un fuggi-fuggi generale’

ponzo, bersani, fiocco, ognibene

Ponzo, Fiocco e Ognibene con Pierluigi Bersani, in un’iniziativa estiva di Articolo Uno

Guerra di comunicati a seguito del Consiglio comunale dell’altro giorno, in cui si è tornati nuovamente a parlare dell’impianto di digestione della frazione organica dei rifiuti in zona Lazzaria, nel tempo passato da Biogas a Biometano, fino ad assumere i contorni e le sembianze di qualcosa di indefinito, osteggiato da tanti, ma voluto, evidentemente da una frangia altrettanto solida. E se la “partita” coinvolge anche i Comuni di Albano e Lariano, ben desiderosi, almeno nelle forze che compongono la maggioranza (o buona parte delle stesse), di ritrovarsi con un impianto che risolverebbe i loro problemi e che si trova a decine di chilometri dai propri centri abitati, a Velletri c’è chi lo osteggia da tempo, chi lo fa in maniera timida e chi, in un modo o nell’altro, ha cambiato idea, o l’ha rafforzata. 

Nulla di fatto per le mozioni presentate da parte dell’opposizione e per quella presentata da una costola della maggioranza, quella di Liberi e Uguali. Un nulla di fatto, quest’ultimo, che si è concretizzato nella mancata discussione della mozione presentata, visto che a metà pomeriggio, al momento topico, i banchi già semivuoti dell’assise di piazza Cesare Ottaviano Augusto hanno finito per svuotarsi del tutto,  facendo venire meno il numero legale, e scatenando la piccata reazione di chi quella mozione l’aveva presentata. 

Maggioranza spaccata, quindi, coi consiglieri del Pd usciti in massa; stesso percorso per gli esponenti delle minoranze ancora in aula. Tra i fuoriusciti, di maggioranza ed opposizione, è rimbalzato il coro di una mozione resa inutile da quanto confermato dalla segreteria, che avrebbe di fatto certificato la sua inutilità, vista l’impossibilità, da parte della stessa, di poter cambiare le NTA, le norme tecniche di attuazione del Piano Regolatore.  

“Nessun impianto di trattamento dei rifiuti deve essere realizzato sull’intero territorio di Velletri, come previsto dal Piano regolatore generale”. Questa la posizione ufficiale sull’impianto di trattamento rifiuti di Liberi e Uguali, la nuova formazione politica che nell’aula consiliare di Velletri può contare sui consiglieri prima in forza ad Articolo Uno – Mdp (Giorgio Fiocco, Roberto Leoni e Sabina Ponzo), unitamente a Stefano Pennacchi, eletto in Sinistra per Velletri, eal Presidente del Consiglio Daniele Ognibene e all’assessore ai servizi sociali, Giulia Ciafrei. 

La mozione era protesa a modificare le norme di Piano regolatore, già approvate dal Consiglio comunale, estendendole su tutto il territorio, per vietare la realizzazione di impianti industriali di smaltimento dei rifiuti. Esclusa dal ‘repulisti’ generale, l’opzione dell’Impianto di Compostaggio di Comunità, la soluzione ideale per tanti.

“Al momento della discussione – si legge nella nota – Fratelli d’Italia,  Cerini, Dal Borgo, il pentastellato Trenta  e il Pd, tranne il consigliere Bagaglini, hanno abbandonato l’aula, facendo mancare il numero legale.  Dopo mesi di propaganda contro la costruzione dell’impianto per il trattamento organico dei rifiuti a Lazzaria – hanno poi affermato i consiglieri Fiocco, Leoni, Ponzo, Pennacchi e Ognibene nel comunicato stampa -, al momento di votare la nostra mozione per per modificare il Prg e vietarne la costruzione Greci, Cerini, Dal Borgo e Trenta, insieme al Pd, sono usciti”. 

“Insomma, un fuggi-fuggi generale, visto che erano andati via, dopo aver fatto passerella, Ladaga, Di Luzio e Priori. E’ imbarazzante vedere il candidato sindaco del centrodestra, sponsorizzato da Fratelli d’Italia, Greci, che poche ore prima scriveva sui social che avrebbe votato ‘no’ all’impianto, uscire alla chetichella dal consiglio comunale. I cittadini dovrebbero fidarsi di uno come lui che dice una cosa e ne fa un’altra? Evidentemente – hanno aggiunto i consiglieri  di Liberi e Uguali – Greci segue la linea di Fratelli d’Italia che in regione dicono “no” all’impianto e a Velletri e Lariano ne sponsorizzano la realizzazione. Ora i cittadini sanno la verità. E che dire del pentastellato Paolo Trenta? Pochi minuti prima della nostra mozione aveva detto di sostenerla anche se la giudicava non esaustiva, mentre dalle altre forze la si riteneva troppo vincolante. Invece la sua uscita per ultimo è stata fondamentale per la mancanza del numero legale: forse doveva difendere l’esigenza del Sindaco Raggi di portare i rifiuti della capitale anche a Velletri”.

“Riteniamo che il nostro territorio vada tutelato e che le zone agricole di pregio del nostro comune debbano essere rilanciate e valorizzate, pur consapevoli della necessità di trovare soluzioni alla chiusura del ciclo dei rifiuti. Pensiamo che l’amministrazione comunale poteva e può fare di più, in accordo con le associazioni  datoriali agricole, le aziende, la Regione. La prova della giustezza delle nostre posizioni sta, anche, nella mozione approvata lo scorso giugno dal consiglio comunale. Con la mozione presentata – hanno aggiunto i consiglieri comunali – volevamo scrivere la parola fine a questa vicenda, che ha trascinato con se polemiche e strumentalizzazioni oltre misura. Diversamente da altri – hanno concluso i consiglieri di Liberi e Uguali  – noi non abbiamo fatto proclami, abbiamo ascoltato la gente e lavorato in silenzio, oggi possiamo dire con certezza chi sta dalla parte dei cittadini con i fatti e chi con le chiacchiere”. Una nota dura, quella dell’ala sinistra dell’attuale coalizione di maggioranza, in cui per evitare imbarazzanti screzi si è preferito risparmiare stilettate al Partito Democratico, anche se le schermaglie sono poi continuate sui social, dove un post di Maria Paola De Marchis, dirigente piddina, non ha mancato di suscitare la veemente reazione di Roberto Leoni. 

Velletri – Patto Popolare sul Biometano: ‘Chiacchiere e strumentalizzazioni indignano i cittadini’

Velletri – Giorgio Greci: ‘Un bene la convergenza di tutte le forze d’opposizione contro l’Impianto a Lazzaria’

Velletri – Alessandro Priori interroga l’Amministrazione sulla sospensione dei ‘Nonni Vigili’ davanti alle scuole

 

Più informazioni