Quantcast
Velletri - Giunta Pocci, ecco le deleghe. In Consiglio ripescati Solinas, Marcelli, Ponzo, Vega Giorgi, Ladaga, Fiocco e Marco Cugini - Castelli Notizie
POLITICA

Velletri – Giunta Pocci, ecco le deleghe. In Consiglio ripescati Solinas, Marcelli, Ponzo, Vega Giorgi, Ladaga, Fiocco e Marco Cugini

Giunta Pocci

 

giunta pocci

Ormai resta solo di vederli salire le scalinate del Palazzo comunale e prendere posto sugli scranni più alti dell’aula consiliare. In fondo è tutto pronto, a Velletri, per la prima seduta del rinnovato consiglio comunale. Anche la squadra di governo, che farà compagnia al neo sindaco Orlando Pocci, é ormai fatta, e nelle ultime ore é anche arrivato il crisma dell’ufficialità, coi nuovi assessori che hanno già accettato e firmato l’incarico attribuito loro dal Sindaco.

Alla spicciolata ieri mattina i membri dell’esecutivo si sono recati nell’ufficio del Sindaco, mettendo in calce la propria firma al documento tanto atteso, seguendo così di una decina di giorni Alessandro Priori, che era stato il primo ad essere nominato. 

Nessuna sorpresa, coi nomi che sono quelli che già  in un precedente articolo, cui vi rimandiamo, Castelli Notizie aveva anticipato. 

Non resta che rendere pubbliche le deleghe. 

Detto di Alessandro Priori, cui sono state affidate le deleghe a Sport, Turismo, Spettacolo, Contenzioso, Rapporti col Tribunale, Commercia, Industria e Artigianato, all’unica esponente che andrà a rappresentare, Personale e Formazione, Partecipate, Politiche Culturali, Pari Opportunità e Valorizzazioni prodotti tipici.

Avrà il suo daffare anche Francesca Argenti (Pd), cui sono state affidate le deleghe all’Edilizia privata, Urbanistica, Prg, Toponomastica e Ambiente.

Appannaggio di Francesco Cavola (Gente Nuova) le deleghe alla Manutenzione edifici comunali e sicurezza dei luoghi di lavoro, la Protezione Civile, le Risorse Energetiche, la Pubblica Istruzione e i Servizi elettorali e Demografici.

Al più giovane del lotto, colui che abbasserà ancor di più un’età media già di per se più contenuta del consueto, vale a dire Edoardo Menicocci (PD), le deleghe agli Affari generali, alle Comunicazioni istituzionali, alle Politiche Giovanili, all’Europa, ai Gemelaggi, Accessibilità, Mobilità e Parcheggi. 

Completa il lotto Romano Favetta (Mpv), la cui firma non è però arrivata, tanto che alcuni si sono subito affrettati a parale di presunti malumori circa l’attribuzione delle competenze, che non avrebbero fatto far salti di gioia all’ex consigliere del Movimento Popolare. Ad ogni modo, salvo clamorosi sviluppi, andranno a lui le deleghe alla Viabilità, all’Illuminazione, al Cimitero e alle Reti (gas e luce). 

Quelle non menzionate, e ci viene in mente la delega ai lavori pubblici, resteranno al momento nelle mani del Sindaco, che potrà gestirle in prima persona o eventualmente affidarle nel tempo. 

Stante la “promozione” dei 7, tutti eletti in Consiglio, al loro posto subentreranno Salvatore Ladaga (al posto di Priori), Giorgio Fiocco (in sostituzione di Giulia Ciafrei, LeU), Sara Solinas, Laura Marcelli e Sabina Ponzo (tris di donne per il Pd), Giulia Vega Giorgi (al posto di Francesco Cavola (GN) e Marco Cugini (in sostituzione di Romano Favetta, MPV). 

Una Giunta la cui gestazione è stata lunga e travagliata, se é vero che il sindaco si é preso tutto il tempo a sua disposizione, sino ad arrivare ad un sacrificio enorme, quello di lasciar fuori il sindaco uscente, Fausto Servadio. Non sono mancati i malumori di chi, come il Partito Democratico, sperava in una rappresentanza maggiore e di più peso. Forse non un caso, allora, che al Sondaggio di Castelli Notizie, tuttora aperto (potete votare anche alla fine di questo articolo), i votanti abbiano espresso un giudizio negativo. Il vero banco di prova, però, saranno l’aula consiliare e gli uffici comunali: lì i nuovi amministratori dovranno dar prova di efficacia ed efficenza, traducendo in azioni tutte le buone intenzioni di una lunghissima campagna elettorale. Lunedì 16 luglio, alle 9.30, il primo Consiglio comunale, che tra i primi provvedimenti vedrà Sergio Andreozzi (Velletri Beni Comuni) prendere posto come Presidente del Consiglio comunale, così come deciso dalla maggioranza durante le trattative delle ultime 3 settimane.

 

Sorry, there are no polls available at the moment.